EMINENCE – Humanology

Pubblicato il 20/09/2004 da
voto
7.5
  • Band: EMINENCE
  • Durata: 00:57:26
  • Disponibile dal: 06/09/2004
  • Etichetta: Timeless Productions
  • Distributore: Masterpiece

Jairo Guedz: vi dice niente questo nome? Forse ai metallari più giovani, ma soprattutto a quelli più distratti, il leggerlo o il pronunciarlo, dopo tanti anni, non farà proprio nessun effetto; ma alle vecchie volpi metalliche, attente anche al minimo cambiamento di line-up, certo sovverrà alla mente la partecipazione di tale Jairo ai primi due storici lavori, anche se semi-cacofonici, dei Sepultura! Infatti, il signor Guedz altro non è stato che il chitarrista della primissima formazione dei Seps, quella con i membri storici per intenderci, i fratelli Cavalera e Paulo Jr.. Nei qui recensiti Eminence, Jairo suona il basso, lasciando al notevole Alan Wallace il compito di occuparsi delle parti alla sei-corde, mentre i temibili André Marcio e Wallace Parreiras completano la line-up della band, essendone rispettivamente il batterista ed il cantante. La formazione di Belo Horizonte è nata nel lontano 1995, ma, in tutti questi anni, oltre ad aver suonato moltissimo dal vivo, ha pubblicato soltanto due full-length, “Chaotic System” del ’99 e “Humanology”, l’album di cui vedete la cover qui sopra. Tanto per chiarire subito grazie a quali coordinate musicali siamo in grado di posizionare gli Eminence nel complesso metal-mappamondo, si potrebbe fare riferimento, senza volontà di essere banali, proprio ai Sepultura più gloriosi (“Beneath The Remains”, “Arise”), e la prima canzone completa, “Evolution”, spazza via ogni dubbio sulla capacità di far male del quartetto carioca. Oltre a ciò, prepotenti influenze neo-thrash, cyber (ogni tanto si ode anche qualche effetto scratchato à la Rhys Fulber), hardcore e anche sprazzi di nu-metal violentissimo, fanno spesso capolino fra le diciassette tracce di “Humanology”. Prodotto dall’ottimo Neil Kernon, l’album è una sequenza terremotante di brani nichilisti e feroci, declamati dal ringhiante timbro di Parreiras, le cui linee vocali, quadrate e regolari, incendiano ogni traccia con facilità irrisoria. Sembrerebbe, dopo tale descrizione, di trovarsi di fronte ad un lavoro decisamente old-fashioned, senza nessuna pretesa d’innovazione…ed è proprio così, in quanto l’unica preoccupazione degli Eminence è quella di pestare forte e sodo. Qualche riffone tremendamente groovy porta alla mente l’impatto massiccio di “Roots” e, a pensarci bene, se gli attuali Sepultura ascoltassero la pesantezza di questo disco, probabilmente capirebbero molte cose… Non una track sprecata, non un cedimento, non un’indecisione: solo un saltino indietro nel tempo di dieci anni, la tipica irruenza brasiliana e tante piacevoli mazzate!

TRACKLIST

  1. B. O. H. 1
  2. Evolution
  3. Overload
  4. Humanology
  5. Citizen Zero
  6. 6ix Degrees
  7. Greenspirit
  8. Like I Hate You
  9. Greedy As A Pig
  10. Leech 9
  11. The Freak I Become
  12. Creep
  13. Democrasick
  14. Onefortyfive
  15. Hawking Radiation
  16. Coward
  17. 17253017
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.