EN NIHIL – The Approaching Dark

Pubblicato il 01/04/2013 da
voto
6.0
  • Band: EN NIHIL
  • Durata: 00:52:02
  • Disponibile dal: 21/02/2013
  • Etichetta:
  • Eibon Records

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Richiama non poco le gesta della famigerata scena harsh noise finlandese questo album della one mand band noise-power electronics americana En Nihil, guidata come sempre da Adam Fritz. Fritz può essere considerato come un Mikko Aspa (noto artista finlandese dietro a vari progetti harsh noise, power electronics e industrial, e proprietario della Freak Animal Records, nonché millantato, anzi quasi certo, vocalist dei Deathspell Omega) made in USA data la sua militanza di lungo corso nell’underground elettronico sperimentale americano, che è stata per lo più sempre concentrata sulla creazione di musica dagli spiccatissimi toni belligeranti, ostili, negativi e spesso anche apertamente violenti. Un altro termine di paragone che aiuta a capire il lavoro di Fritz è Lustmord, per via dell’uso che entrambi fanno dei soundscape come spina dorsale del loro lavoro, e del flusso ininterrotto come regola basilare alla creazione degli stessi. La musica di En Nihil alterna ampie radure di dark ambient rarefatto ed onirico a momenti più diretti e violenti, diretta discendenza appunto della scena harsh noise scandinava come di quella inglese con Whitehouse in testa, ad altri più eclettici ed esotici in cui il noise viene usato più come contenitore per altri generi che come contenuto in sé. Non si fa fatica a tirare in ballo Merzbow, KK Null e Fennesz per rendere meglio l’idea, come non si fa neanche fatica a citare certi momenti più “inquinati” che ha avuto Justin Broadrick, come nel caso dei Greymachine o del recente progetto JK Flesh, paragone che risulta ancor più naturale forse grazie anche agli impercettibili ma presenti elementi dub tanto cari a Broadrick che punteggiano la proposta di En Nihil. Insomma, si potrebbero fare congetture e paragoni per ore per tentare di inquadrare la musica di Fritz, ma la verità dei fatti è che con En Nihil, pur conoscendo bene la materia noise, Fritz non si è distaccato oltre misura dai suoni che già tutti ampiamente conosciamo e abbiamo già sentito nel genere, anche da vent’anni a questa parte, e il noise non è certo materia che vive bene nella ripetitività o nella stagnazione, vista la sua natura improvvisazionale tutta basata sulla mancanza di strutture e composizioni studiate. Vi è una prevedibilità di fondo in tutto il lavoro difficile da ignorare, come la tendenza costante da parte del compositore americano a voler sfruttare la medesima formula nell’arco di tutte le canzoni presenti nel lavoro, che in effetti spesso ripropongono come in loop momenti sentiti precedentemente qualche traccia prima. Nulla di trascendentale insomma, opera decisamente trascurabile per chi apprezza la musica “suonata”, e forse materia degna di nota per gli amanti della musica noise, che però, anche loro, troveranno alquanto canonica e affatto rivoluzionaria.

TRACKLIST

  1. Empire Of The Tombs
  2. Frozen Postures
  3. The Hearts Relent
  4. Human Animal
  5. Futile Man - The Weight Of Absolution Souls To Cease
  6. Vulture Reign
  7. The Approaching Dark
  8. Darkfall
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.