END – End

Pubblicato il 06/06/2003 da
voto
7.5
  • Band: END
  • Durata: 00:36:25
  • Disponibile dal: 01/01/2003
  • Etichetta: ISO666 Releases
  • Distributore:

La morte si tinge di grigio e diventa ancora più inquietante, nebulosa, enigmatica… Un senso opprimente di nebbia fredda in moto caotico verso il niente, un respiro sinistro dietro le spalle che insegue, uccide. Il black metal si tinge di grigio, stempera la violenza nella depressione, nell’indefinibile immaterialità di un’aria malsana. Questo cd dei greci End è inaspettato, eppure si sentiva la mancanza di un lavoro simile in campo estremo! Con tutte le band che sono tornate in circolazione nel circuito black c’è il rischio di non comprendere bene la portata e lo stile di questi End. Un nome su tutti: Kvist! Chi ricorda questa band che nel lontano 1995 registrò in Norvegia un album unico come “For Kunsten Maa Vi Evig Vike”? Il modo di suonare e le emozioni che entrambi gli album sanno dare sono accostabili (e parecchio!) nonostante il fatto che i Kvist facevano un largo uso di synth, contrariamente agli End. Non mancano passeggeri momenti epici sofferti, passaggi acustici che fanno da ponte tra un rallentamento e una ripartenza, stacchi in pieno stile ambient carichi di tutto quell’orizzonte sonoro (ma non solo) grigio di cui è intriso quest’album. Emblematico il titolo della song conclusiva, “Pessimism”, molto atmosferica e tinta anch’essa, e forse più delle altre, di quel grigio impenetrabile così tanto adatto a dipingere lo sconforto degli umani sentimenti abbandonati alla noia e alla solitudine. La Grecia ha trovato, forse, una nuova realtà culto nelle viscere dell’underground. Chi ama andare alla ricerca di nuove valide band troverà in questo “End” tutto quel sapore particolare che si gusta quando si scopre un piccolo grande capolavoro d’arte oscura. Un gruppo enigmatico (gli End si rifiutano di rilasciare interviste), destinato forse a rimanere nell’ombra, ma capace di avvolgere gli ascoltatori in una dimensione vibrante, spettrale. Assolutamente da non perdere!

TRACKLIST

  1. Sick
  2. Pitless
  3. Paranormal Reek
  4. Nails And Forests
  5. Humanitarianism
  6. Come Blackness Feed Me
  7. Pessimism
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.