ENDLESS PAIN – Cosa Nostra

Pubblicato il 07/07/2015 da
voto
7.5
  • Band: ENDLESS PAIN
  • Durata: 00:38:51
  • Disponibile dal: 16/03/2015
  • Etichetta: Banksville Records
  • Distributore: Audioglobe

Quattordici anni di carriera, quattro full-length ufficiali e diverse uscite minori rappresentano il corposo pedigree degli Endless Pain, che si riaffacciano sul mercato discografico proprio con “Cosa Nostra”, nuovo album incentrato, come facilmente intuibile, sulle vicende mafiose dell’Italia meridionale e sui meccanismi di silenziosa omertà ed implicita connivenza che da sempre circondano questi fenomeni. Tema importante quindi, musicato dai Nostri con la loro ormai tipica miscela di extreme thrash metal per niente contrario a proficui flirt con il death metal, che variegano in parte la formula principale dietro a quale si sviluppano quasi tutte le canzoni dell’album. A spiccare immediatamente fin dai primi ascolti dell’album nella sua interezza, è il grande senso di coesione e compattezza sprigionato dalla tracklist, elemento sicuramente positivo che rende “Cosa Nostra” la classica mazzata sui denti priva di filler o cali di tensione che stemperino l’attitudine bellicosa della band, senza che questo impedisca però la presenza di particolarità che rendono distinguibili le canzoni tra di loro. “Nel Nome Del Padre” apre le danze non concedendo tregua alcuna all’ascoltatore, “Dishonor Before Death” introduce interessanti spunti melodici, mentre “Good Fuckin’ Fellas” dimostra come si possa risultare estremi e pesanti anche rallentando i ritmi e concedendosi aperture in mid-tempo, soluzione in verità sempre più utilizzata con il succedersi delle composizioni (“Murder Of Honor” e gran parte della successiva “Evil Empire” si muovono infatti su queste coordinate). Come detto però, non manca agli Endless Pain l’esperienza necessaria a variare le carte in tavola sul più bello, come l’inatteso incipit di “Omertà”, l’evoluzione meno ordinaria di “Transversal Vendetta” o la canzone di chiusura “Donna Rosaria”, dove riemerge lo spirito caldo e mediterraneo che giustamente si associa all’immaginario collettivo legato a determinate tematiche. Anche il sound del lavoro risulta equamente distribuito tra una pasta sonora grassa e rotonda, molto profonda e ben distinguibile nell’operato dei vari strumenti, ed una resa finale comunque molto genuina e “in your face”, evitando il rischio quindi di suonare impeccabile a livello di produzione, ma poco incisivo e personale nell’attitudine e nell’esecuzione. In definitiva, “Cosa Nostra” risponde con i fatti alle molteplici lamentele circa la mancanza di valide realtà italiane “storiche” capaci di tenere il passo con un music business in continuo cambiamento ed evoluzione: il combo bresciano invece, mostrando una mirabile fusione tra tradizione ed originale inventiva, riesce non solo a rimanere a galla, ma persino ad erigersi quale mirabile esempio di metal tricolore ottimamente concepito e realizzato.

TRACKLIST

  1. Intro (23 Maggio 1992)
  2. Nel Nome Del Padre
  3. Dishonor Before Death (Burke The Infame)
  4. Good Fuckin' Fellas
  5. Murder Of Honor
  6. Evil Empire (Cosa Nostra)
  7. Omertà
  8. Transversal Vendetta
  9. The Left Hand
  10. Outro (Donna Rosaria)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.