ENOCH – Tenebra

Pubblicato il 17/12/2010 da
voto
6.5
  • Band: ENOCH
  • Durata: 00:47:11
  • Disponibile dal: 26/09/2010
  • Etichetta:
  • Distributore:

A tre anni dalla pubblicazione del demo "Angel of Perdition", arriva a compimento il primo parto ufficiale degli Enoch, quintetto di Caserta dedito ad un Symphonyc Black Metal dalle tinte gotiche che, almeno a primo acchito, ricorda da vicino quanto fatto dai vampiri albionici capitanati da Dani Filth. Eccoci quindi al cospetto di nove tracce sempre in bilico tra ritmi veloci e pezzi di più ampio respiro, dove viene dato largo spazio alla melodia e alla voglia di sperimentare, come dimostrato dalla buona quantità di cambi di umore che infarciscono le composizioni. Buona l’energia profusa in pezzi come l’apripista "Pray", la veloce "The Poem of Emptiness" o le più articolate "Silence Embraced" e "Requiem", dove viene a galla la vena progressiva della formazione: le tracce rimanenti rimangono su livelli più che dignitosi anche se spesso e volentieri, come nel caso delle battute conclusive della titletrack, finiscono per uscire dal selciato con divagazioni eccessivamente distanti dal genere proposto. Costante ed assolutamente determinante per l’atmosfera delle composizioni la presenza di un tappeto ritmico composto da tastiere e sintetizzatori che ben si amalgama con la buona qualità dei riff di chitarra. Profonda e dotata di buon carisma la voce di Peppe Cafaro, anche se smodatamente gutturale e più adatta a lidi death metal. Controproducente invece la scelta di infarcire buona parte delle composizioni di assoli ultra-tecnici e tutto sommato fini a loro stessi. In totale contrasto con l’atmosfera tenebrosa di certi brani e l’aggressività delle composizioni più dirette, la decisione di rendere così evidente l’estro dei singoli strumentisti finisce per spezzare la continuità delle tracce. La produzione del lavoro si attesta su livelli più che discreti, lasciando qualche dubbio sulla scelta di renderla eccessivamente fredda e chirurgica e sulla volontà di infossare le chitarre in alcune occasioni per dare maggiore spazio a tastiere e batteria. "Tenebra" si conferma quindi come un debutto più che sufficiente, ancora tentennante sulla direzione sonora da intraprendere e con qualche scelta stilistica che appare oltremisura forzata. Come inizio non c’è male, confidiamo per il futuro in un lavoro più personale e maggiormente compatto dal punto di vista compositivo.

TRACKLIST

  1. Entering the Path
  2. Pray
  3. Silence Embraced
  4. The Poem of Emptiness
  5. The Lucifer's Call
  6. Blinded Slave
  7. Requiem
  8. Death Serenade
  9. Tenebra
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.