ENOUGH TO KILL – A Reason For…

Pubblicato il 16/12/2009 da
voto
6.0
  • Band: ENOUGH TO KILL
  • Durata: 00:42:37
  • Disponibile dal: 15/07/2009
  • Etichetta:
  • Deadsun Records

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

“A Reason For…” è l’esordio sulla lunga distanza dei milanesi Enough To Kill, band in passato conosciuta come Legion e più orientata verso sonorità death metal melodico e classico, che invece ora, col cambio di monicker avvenuto qualche anno fa, pare cimentarsi con un suono più moderno ed al passo coi tempi, per non dire un po’ in ritardo. Infatti, nonostante questo debutto autoprodotto, ma promosso dalla Deadsun Records, non sia malvagio e contenga una discreta manciata di pezzi, l’impressione che gli Enough To Kill danno all’ascoltatore è quella di mettere davvero poca farina del loro sacco in ciò che compongono, pienamente influenzati da gruppi quali As I Lay Dying, In Flames, Soilwork, Bleeding Through, Chimaira e Slipknot. La qualità della tracklist non è scarsa, alcuni dei dieci brani sono molto ben riusciti – “Another Chance”, “Your End Is Coming”, “Slivers Of A Wrong Age” – ma l’impatto generale del disco è troppo derivativo per impressionare e lasciare un segno tangibile nella memoria di chi ascolta. L’uso della voce pulita, in alcuni frangenti e perlopiù in qualche chorus, è piacevole, ma anche sotto questo aspetto gli Enough To Kill ricordano Caliban, In Flames ed As I Lay Dying; stesso discorso si può fare per l’utilizzo dell’elettronica: piacevole ma troppo simile alle soluzioni di In Flames o Bleeding Through. Da segnalare la partecipazione di Flegias dei Necrodeath nel ritornello di “Lost Forever”, traccia che si assesta nella media delle composizioni di “A Reason For…”, lavoro da ascoltare come passatempo ma dallo spessore alquanto sottile.

TRACKLIST

  1. Everything Changes
  2. No One Just Me
  3. Dark Way
  4. Lost Forever
  5. New Dawn
  6. Slivers Of A Wrong Age
  7. Na(t)ive
  8. Your End Is Coming
  9. Hide In A Lie
  10. Another Chance
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.