ENSNARED – Dysangelium

Pubblicato il 17/05/2017 da
voto
7.5
  • Band: ENSNARED
  • Durata: 00:47:37
  • Disponibile dal: 12/05/2017
  • Etichetta: Invictus Productions
  • Distributore: Audioglobe

Volete una nuova aggiunta allo scaffale occupato da Tribulation, Morbus Chron, Venenum e Temisto? Allora il ritorno degli Ensnared sembra fare per voi: la band svedese, infatti, si presenta con un primo full-length ricchissimo di suggestioni, ampliando notevolmente il raggio d’azione di quel black-death metal che tanto ci aveva colpito sul mini “Ravenous Damnation’s Dawn”. La classe non manca certamente al duo di Gothenburg, anche se le sue citazioni sono piuttosto evidenti: echi delle formazioni citate in apertura si possono trovare facilmente all’interno della nuova proposta, così come una più marcata malignità nelle aperture più estreme, che oggi sembrano flirtare persino con gli antenati Necrovore, Obscurity e Necrodeath. Si può dire che gli Ensnared abbiano deciso di voltare pagina, lasciandosi alle spalle certe trame prettamente swedish alla Dissection per abbracciare un sound più violento e al contempo più sfuggente e progressivo. Il metallo della morte dei ragazzi viene qui spesso impreziosito da derive strumentali – inserite in tracklist come interludi – colme di sfumature e particolari, per un risultato finale che sembra pensato appositamente per tutti gli amanti del nuovo sottobosco death e black nordeuropeo. Quella sensazione di abbondanza e ricercatezza che possiamo reperire nelle tracce che compongono “Dysangelium”, accompagnata dal consueto approccio vintage nella produzione, è probabilmente il punto di forza di questo primo LP degli svedesi. All’interno dei pezzi vi è un feeling cinematico che può ricordare soprattutto i Tribulation di “The Formulas of Death” e i Morbus Chron di “Sweven”, ma, come accennato, quando il gruppo accelera e decide di attaccare, le partiture si fanno ben più caotiche ed estreme di quelle alle quali le suddette band ci hanno abituato. Per questo motivo, a volte lo sviluppo dei brani può risultare un filo sconnesso e l’immediata assimilazione dell’intera opera un po’ problematica. Tuttavia, con “Dysangelium” gli Ensnared sono comunque riusciti a fornire un prodotto di notevole qualità, complessivamente raffinato e dalle piacevoli variazioni; un disco che potrebbe aprire loro numerose strade per ulteriori evoluzioni. Ancora una volta Dark Descent Records e Invictus Productions hanno visto giusto.

TRACKLIST

  1. Crushing the Meek of Heart
  2. Interlude I
  3. Gale of Maskim
  4. Interlude II
  5. Antiprophet
  6. Interlude III
  7. Apostles of Dismay
  8. Interlude IV
  9. Impious Immance
  10. Interlude V
  11. Dysangelium
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.