EORONT – Neverending Journey

Pubblicato il 03/09/2013 da
voto
7.5
  • Band: EORONT
  • Durata: 00:44:56
  • Disponibile dal: 07/02/2013
  • Etichetta:
  • Kaoswork Adeptsect Productions

Spotify:

Apple Music:

Benvenuti nel mondo misterioso di Foltath Eternum, padre di questo nuovo progetto chiamato Eoront. L’artista russo, oltre che fondatore dell’etichetta Kaoswork Adeptsect Productions, è impegnato in altri progetti, ma quello degli Eoront merita senza dubbio un approfondimento. “Neverending Journey” è il full length di debutto, è fantasioso e carico di pathos, un album black metal incentrato su un mondo magico nato dalla fantasia dell’artista. Le atmosfere, ma anche il tipo di black metal, faranno felici i fan dei Summoning, Elffor, ma anche dei gruppi sinfonici dal tocco fantasy e sognante come i Vordven. Foltath Eternum suona tutti gli strumenti ed i ritmi che vengono impressi alle canzoni sono molto vari, dai mid tempo ai blast-beat. La musica è carica di fascino e riesce a far addentrare l’ascoltatore nel mondo immaginario ideato dagli Eoront, grazie anche ad un booklet suggestivo che sa donare alla fantasia di ciascuno uno sfondo di immagini molto evocative da elaborare. Foltath Eternum si presenta come un sacerdote di una religione aliena occulta e dai poteri sconosciuti. Il black metal proposto su “Neverending Journey” non si può chiamare né classicamente fantasy né propriamente epico. C’è del misticismo nella musica degli Eoront, una forza particolare rivolta ad una sfera religiosa a noi ignota e questo pathos assolutamente unico rende speciale tutta la release. I primi quattro brani sono dei veri capolavori per il genere sinfonico, sebbene il sound non sempre sia estremo. Gli Eoront hanno preso poco dagli Emperor e dagli altri maestri del black metal sinfonico, qui c’è più spazio per la melodia e per la magia. In un paio di brani il riffing lineare è più standardizzato e non trasmette una carica emotiva fortissima, come invece accade nelle altre canzoni. A volte basta poco per fare un ottimo album suonando sempre il caro, vecchio black metal sinfonico: basta esser investiti di una buona ispirazione e di un pizzico di fantasia. Per chi ama scandagliare l’underground, i russi Eoront potrebbero rivelarsi un gruppo davvero interessante. Gran bel debutto.

TRACKLIST

  1. Passing The Gates
  2. The Coasts Conquest
  3. Through The Wheatears Gold
  4. Celestial Whirlpool
  5. Downwind To The North
  6. Neilainne I (First Dawn)
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.