EQUILIBRIUM – Erdentempel

Pubblicato il 26/06/2014 da
voto
7.0
  • Band: EQUILIBRIUM
  • Durata: 00:56:12
  • Disponibile dal: 06/06/2014
  • Etichetta: Nuclear Blast
  • Distributore: Warner Bros

Dopo una pausa lunga quatto anni, per i tedeschi Equilibrium è tempo di tornare nei negozi con il nuovo “Erdentempel”. Le ali protettive del colosso Nuclear Blast hanno permesso alla band di realizzare un disco prodotto in modo impeccabile, potente e pulito. Lo stile è un misto tra  pagan metal epico e dirompente, folk e power metal. La traccia iniziale, “Was Lange Wahrt”, grazie alle sue strofe ricorda i primi Children Of Bodom, prima che il refrain sbotti in tutta la sua epicità folkeggiante. Le tastiere giocano un ruolo essenziale nella musica degli Equilibrium e la performance di Renè Berthiaume ha il merito di gonfiare il sound del disco e di renderlo molto pomposo e solenne. “Waldschrein” contiene influenze che ricordano i Thyrfing di “Valdr Galga”, qui estremizzati grazie ad una maggior velocità d’esecuzione. Tecnicamente questi musicisti si dimostrano molto preparati sia a livello di song writing che di pura esecuzione: ogni dettaglio, ogni sfumatura musicale vengono curati in modo maniacale. Chi cerca anche solo un minimo di innovazione su “Erdentempel” potrebbe però rimanere deluso: gli Equilibrium non inventano nulla, ma riescono a coinvolgere dalla prima all’ultima nota grazie ad un’elevata dose di energia e carisma. “Heavy Chill” rasenta il power metal, solo il cantato in growl di Robse ci ricorda la veste più estrema dei bavaresi, che infarciscono il brano con cori ed un breve intermezzo degno della colonna sonora di Monkey Island. “Erdentempel” piace perché non contiene brani riempitivi, ogni capitolo del disco brilla di luce propria e potrebbe benissimo essere scelto come singolo promozionale. A tredici anni dalla loro formazione, gli Equilibrium hanno raggiunto un ragguardevole livello di maturità artistica, che si traduce in canzoni adrenaliniche e catchy quanto basta per essere memorizzate sin dal primo ascolto. Un disco consigliato non solo a chi vive di pane e pagan metal, ma a chiunque voglia a scoprire “nuove” realtà di grande spessore.

TRACKLIST

  1. Ankunft
  2. Was lange währt
  3. Waldschrein
  4. Karawane
  5. Uns'rer Flöten Klang
  6. Freiflug
  7. Heavy Chill
  8. Wirtshaus Gaudi
  9. Stein meiner Ahnen
  10. Wellengang
  11. Apokalypse
  12. The Unknown Episode
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.