EREMIT – Desert Of Ghouls

Pubblicato il 16/07/2020 da
voto
7.5
  • Band: EREMIT
  • Durata: 00:21:12
  • Disponibile dal: 17/07/2020
  • Etichetta:
  • Transcending Obscurity

Spotify:

Apple Music:

Pachidermico è il termine che cerchiamo ascoltando il pur ‘leggero’ EP di transizione degli Eremit, intitolato “Desert Of Ghouls”. Già, perché i ventuno minuti per due brani qui presenti non sono davvero nulla rispetto all’ora e dieci minuti per tre brani del precedente monolite, “Carrier Of Weight”. Tuttavia non ci si lasci ingannare da questa sorta di snellimento nel minutaggio, lo sludge/doom atmosferico di questi tre tedeschi sembra proseguire su vette marziali e pesanti, e i due brani mostrano estremamente bene due anime dello stesso discorso. “Beheading The Innumerous” è feroce e cadenzata, prepara l’assalto con impazienza e parte con un riff marcissimo e un incedere ipnotico e irresistibile, ben sorretto dalla voce ai limiti del black metal di Moritz Fabian. Qualche divagazione, qualche stop con ripartenza, e siamo su territori completamente diversi quando arriviamo a “City of Râsh-il-nûm”, dodici minuti con distorsioni quasi assenti, dove ciò che si crea è un’atmosfera drogata e stoned, sentiamo il caldo alito del deserto attraversarci e confonderci. Un brano costruito egregiamente, con suoni incastrati nelle profondità, nemmeno visibili in superficie, dove l’apparente tranquillità nasconde un inquietante cambio di tono durante tutta l’esecuzione, che ci sorprende quando meno ce l’aspettiamo e crea una crescita di heavy doom metal lento e inarrestabile come un’orda di drogatissimi zombie. Un gioiellino.
Due brani non raccontano un gruppo ma ne danno un’idea, e quest’idea è una conferma delle ottime qualità di questo terzetto proveniente dalla Sassonia. Il loro sludge è variopinto ed epico, e se questa è la via del prossimo full length, le cose sembrano farsi davvero interessanti. Da tenere sotto osservazione.

TRACKLIST

  1. Beheading the Innumerous
  2. City of Râsh-il-nûm
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.