ESCAPE THE FATE – I Am Human

Pubblicato il 03/05/2018 da
voto
6.5
  • Band: ESCAPE THE FATE
  • Durata: 00:43:20
  • Disponibile dal: 30/03/2018
  • Etichetta: Eleven Seven Music
  • Distributore:

Cuore e cervello, in perfetto bilanciamento. Sono questi i due elementi scelti dagli Escape The Fate per presentare “I Am Human”, sesto album che effettivamente nella prima metà si mostra come un buon punto di equilibrio tra la componente più romantica e quella più ‘ragionata’ (intesa come la naturale evoluzione tra lo screamo degli esordi e l’hard-rock del periodo di mezzo): il risultato è un lotto di canzoni sì piacevoli (“Beautifully Tragic”, “I Will Make It Up To You”), anche se a volte si esagera con lo zucchero (“Bleed”) o si copia dal vicino di banco (“Broken Heart” e “Do You Love Me” suonano come gli ultimi Papa Roach). Svolto il compitino senza infamia e senza lode, nella seconda metà della tracklist il quintetto di Las Vegas inizia a cambiare le note in tavola a partire dalla titletrack (sorta di inno generazionale in stile 30 Second To Mars, ma ben più ispirato dell’ultima uscita di Jared Leto e soci), spaziando dalla semi-ballad acustica “If Only” (che ai meno giovani potrà ricordare “Time Of Your Life” dei Green Day) ai chitarroni di “Empire” e “Recipe For Disaster”, pezzaccio nu-metal (con tanto di scratch e cantato rappato) ignorante come i peggio gruppi passati sul palco B dell’Ozzfest. Se “Riot” tiene fede al titolo mettendo di nuovo in mostra il campionario hard-rock più stradaiolo, “Digging My Own Grave” mostra di nuovo i muscoli (contendendo alla titletrack la palma di migliore del lotto) con un riffing e una prestazione dietro al microfono degna dei migliori Miss May I, prima della chiusura affidata all’innocua marcetta hard-rock “Resistance”. L’impressione è che, dopo un lato A più ordinario, Craig Mabbit e soci abbiano voluto dare sfogo al proprio ecclettismo sonoro, con risultati mediamente buoni su tutta la linea, ma tradendo l’equilibrio di cui sopra. I die-hard fan della band aggiungano pure mezzo punto al voto,  tutti gli altri troveranno verosimilmente qualche brano da mettere in playlist.

TRACKLIST

  1. Beautifully Tragic
  2. Broken Heart
  3. 03. Four Letter Word
  4. I Will Make It Up To You
  5. Bleed For Me
  6. Do You Love Me
  7. I Am Human
  8. If Only
  9. Empire
  10. Recipe For Disaster
  11. Riot
  12. Digging My Own Grave
  13. Resistance
  14. Let Me Be
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.