EVEREVE – .enetics

Pubblicato il 21/03/2003 da
voto
6.0
  • Band: EVEREVE
  • Durata: 43:03:00
  • Disponibile dal: 24/03/2003
  • Etichetta: Massacre Records
  • Distributore: Spin-go

Con questo “.enetics” gli Evereve proseguono sulla strada tracciata sul precedente “E-mania”, confezionando un disco che ha le stesse caratteristiche ma anche gli stessi difetti del suo predecessore. Se non fosse per il maggior peso dato alle chitarre a discapito delle tastiere si potrebbe benissimo pensare a questo album come ad una raccolta di scarti del disco precedente, tanto la differenza tra i due è minima. Con il tastierista MZ Eve 51 ormai saldamente dietro al microfono e ormai perdutamente innamorati di quelle sonorità sintetiche che hanno tanto influenzato anche i Theatre Of Tragedy, i nostri puntano di nuovo tutto su un electro-pop irrobustito da chitarre metal tanto orecchiabile quanto impersonale e prevedibile. Si sprecano citazioni nei confronti di Kraftwerk, Depeche Mode e, appunto, ultimi Theatre Of Tragedy, con il risultato che ci si trova davanti una band ormai completamente snaturata e priva di quella genialità che la caratterizzava ai tempi del monumentale debut album “Seasons”, disco che nel 1995 ridisegnò i confini del gothic metal. Oggi la band ha preferito accodarsi al trend del momento realizzando un album che, oltre a peccare di scarsissima personalità, vive pure di alti e bassi dal lato strettamente compositivo. “.enetics” si fa infatti ricordare giusto per tre o quattro brani come, ad esempio, “The More She Knows”, “Abraza La Luz”, brano curiosamente cantato in lingua spagnola, e “SilverGod”, composizione commercialissima ma piacevole all’ascolto. Questo nuovo lavoro del quintetto tedesco aggiunge quindi davvero poco a quanto fatto già un paio di anni fa e porta invece i nostri ad avvicinarsi ulteriormente a modelli che mai avrei voluto che venissero presi in considerazione da una band come loro. Peccato.

TRACKLIST

  1. This Heart
  2. The More She Knows
  3. Abraza La Luz (Embrace The Light)
  4. Her Last Summer
  5. SilverGod
  6. X-istence (I'm Free)
  7. December Wounds
  8. Along Comes A Fool
  9. One More Day
  10. Eat-Grow-Decay
  11. 1951
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.