EVIL SPELL – Padre Vostro

Pubblicato il 15/10/2021 da
voto
7.0
  • Band: EVIL SPELL
  • Durata: 00:42:40
  • Disponibile dal: 22/10/2021
  • Etichetta:
  • Blasphemous Records

Spotify:

Apple Music:

“Padre Vostro” è un rumore tagliente e sinistro che sancisce un gradito ritorno sulla scena metal nostrana, quello degli Evil Spell. Nel passato tormentato del gruppo rimbomba ancora il dolore del suicidio, avvenuto nel 2010, del bassista Fra che, seppur lasciando un vuoto incolmabile, ha spinto i suoi compagni a non demordere ed andare avanti, anche in suo onore. Dopo sette anni senza bassista, gli Evil Spell assoldano l’amico Gigi Corinto che completa e rivitalizza la formazione. La band, finalmente in pianta stabile, negli anni successivi gira l’Italia e l’Europa in diversi tour sino ad arrivare all’attesa pubblicazione del terzo full-length. Mettiamo subito le cose in chiaro: il quartetto lombardo è in ottima forma e questo periodo buio per l’industria musicale non ha minimamente scalfito l’anima dei Nostri. Edito dalla Blasphemous Records, “Padre Vostro” è un album scaltro e diretto, uno schiaffo in pieno volto pregno di speed/black incandescente. Sette brani che spargono semi di rabbia ed irriverenza nel campo fertile che gli Evil Spell coltivano dal 2006 e che conoscono a meraviglia. Il thrash annerito da blasfemia ed inni diabolici è il comburente che alimenta un incendio vorace, impaziente di bruciare speranze e buoni propositi. A prevalere, manco a dirlo, sono le chitarre: affilate e funamboliche compongono trame violente fatte di accordi trascinanti ed assoli incontenibili, mentre la ritmica è dettata da un buon lavoro di basso che supporta blast beat martellanti ed azzeccati cambi di tempo. La combinazione sonora dei Nostri riesce nell’intento di generare elettrizzanti scosse di adrenalina alle quali l’ascoltatore non può assolutamente sottrarsi. Il brano che dà il titolo all’album è lo specchio sul quale i mostri dell’intero disco continuano a riflettersi: le stridenti sei corde si rincorrono per poi dilatarsi in brevi rallentamenti cadenzati che aprono il sipario su assoli arroventati, mentre le urla disperate inneggiano al demonio. Numerose sono le infiltrazioni musicali che gli Evil Spell iniettano nelle vene di “Padre Vostro”. Impossibile negare l’influenza di Slayer, Sodom, Kreator ed Hellhammer, questi influssi old school contribuiscono ad innalzare una fortezza dai tratti spaventosi che sembra non aver punti deboli se non quello di non essere l’unica in un territorio infinito. “Necrology” è l’unico luogo nel quale si può rifiatare, un ponte strumentale dove l’organo sembra evocare lo spirito dei Mortuary Drape, ma non c’è tempo per soffermarsi in un cimitero abbandonato. La velocità incalza ed ecco che “Antisocial Satan” apre la seconda parte dell’album fra ritmi indiavolati, un recitato dai toni spaventosi e trame scandite. Il disco prosegue che è un piacere nonostante non ci siano sorprendenti colpi di scena, ma chi conosce gli Evil Spell sa benissimo che la loro proposta non bada a fronzoli ma va dritta al sodo, e “Sacrifice” ne è la prova tangibile. Dietro questi ragazzi non si cela solo una sonora passione violenta, è soprattutto la loro tecnica ad impreziosire questo lavoro nel quale i Nostri sono bravi ad incastonare gemme brillanti lungo tutto il percorso dell’album.
Siamo certi che pregherete “Padre Vostro” affinché non laceri i vostri timpani. Bentornati Evil Spell.

TRACKLIST

  1. Horrid
  2. Padre Vostro
  3. Masonic Scum
  4. Cardinal Rapist
  5. Necrology
  6. Antisocial Satan
  7. Pain
  8. Sacrifice
  9. Evil Slaughter
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.