EVISORAX – Ascension Catalyst

Pubblicato il 21/12/2020 da
voto
7.0
  • Band: EVISORAX
  • Durata: 00:26:00
  • Disponibile dal: 11/12/2020
  • Etichetta:
  • 7 Degrees Records

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Metalitalia.com segue le mosse degli Evisorax fin dal lontano 2008, quando la band inglese irruppe sulla scena underground con l’EP “Enclave”. Una carneficina-lampo che mise a conoscenza il mondo di una realtà abilissima nel maneggiare quel grindcore moderno e schizzato figlio delle imprese targate Discordance Axis, Insect Warfare e primi The Red Chord, la quale venne poi seguita da una manciata di release assai dilazionate nel corso degli anni. “Goodbye to the Feast… Welcome to the Famine”, il primo vero ‘full-length’ della formazione di Wigan (le virgolette sono d’obbligo), risale infatti al 2015, e da allora è già trascorso un altro lustro, segno evidente che ai Nostri – nonostante il genere suonato – fare le cose di fretta non piace proprio.
Ciò che importa comunque è che la freschezza e l’abilità della scrittura si siano preservate nel tempo, consolidando anzi la componente sperimentale del suddetto debut album nell’ottica di un sound definitivamente elastico e opend-minded. Ovviamente l’involucro della tracklist è e resta grind, con evidentissimi richiami alla schizofrenia di un “The Inalienable Dreamless”, ma ad un orecchio attento non potranno di certo sfuggire tutti quegli influssi che, sotto la coltre di blastbeat e grida parossistiche, vengono intrecciati dal quintetto fin dall’opener “Gayatri”, tra screziature ‘post’ hardcore e digressioni sludge. Un mix che sarebbe ardito definire originale, visto anche quanto offerto su ben altri livelli da gente come Wake, Fuck the Facts o Cloud Rat, tuttavia guai a sottovalutare il potenziale espressivo di “Ascension Catalyst”, ennesimo frullato di estremismi ad opera di una band tanto ignorata dal pubblico quanto costante sul fronte qualitativo delle sue pubblicazioni. Se amate anche solo uno dei nomi citati, ritagliatevi mezz’oretta di tempo per questo piccolo tour de force di spasmi e rasoiate al calor bianco.

TRACKLIST

  1. Gayatri
  2. Midnight Is for Regrets
  3. Hyperphysical Hyperarchy
  4. The Sun Behind the Sun
  5. Terrible Viper
  6. Ascension Catalyst
  7. Harsh Reality
  8. She-Mule
  9. Vasuki
  10. Magi Ultimogeniture
  11. Giving It Teeth
  12. Draw the Line
  13. Lucent Antecessor
  14. Fall into Satori
  15. Irkalla
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.