EXCALION – Primal Exhale

Pubblicato il 15/08/2005 da
voto
5.0
  • Band: EXCALION
  • Durata: 00:50:45
  • Disponibile dal: 27/05/2005
  • Etichetta: Sound Riot Records
  • Distributore: Frontiers

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

Arrivano dalla Finlandia, suonano power metal sinfonico e hanno comepunti di riferimento Sonata Artica, Stratovarius e, in misura minore,Symphony X. Già da queste brevi note introduttive si capisce che gliExcalion sono una band come ce ne sono state a decine negli ultimianni, tecnicamente ineccepibili ma senza un briciolo di inventiva opersonalità: insomma, il classico gruppo bello senz’anima. Dopolasolita trafila fatta di demotape e sporadici concerti, la band riescead accasarsi presso la Sound Riot Records per la quale sforna questo“Primal Exhale”, esordio sulla lunga distanza. In realtà non c’è moltoda dire, l’album è costruito su composizioni ben suonate maassolutamente mediocri e dozzinali, senza particolari picchi chepermettano al sestetto di distinguersi dalla massa di cloni incircolazione. Oggigiorno il power metal sta vivendo un momento digrossa difficoltà, con la maggior parte delle band che, nel tentativodi uscire allo scoperto, infarciscono il proprio sound di partiturethrash, gothic o folkeggianti per rendere più appetibile la propriaproposta. Gli Excalion invece ripropongono pari pari la formulettafatta di batteria a manetta, assoli torrenziali di chitarra e tastieree riffing neoclassico, risultando oltremodo derivativi. Non possedendola classe degli Stratovarius dei tempi d’oro, la freschezza dei SonataArtica degli esordi né tantomeno il talento dei Symphony X, la bandresta impantanata all’interno di un impianto rigidissimo, forse perchénon possiede le capacità o il coraggio di proporre qualcosa dialternativo. Come sempre fa rabbia che gente così abile con glistrumenti in mano non cerchi di rischiare, preferendo proporre unabrodaglia riscaldata che, magari, renderà di più a livello divendite,ma che contribuisce a far perdere di credibilità un’interascena musicale. Da evitare.

TRACKLIST

  1. Temptation Wasteland
  2. A Moment In The Spotlight
  3. Reality Bends
  4. Dire Waters
  5. Stage Of Lies
  6. Heart & Home
  7. Megalomania
  8. My Legacy
  9. Obsession To Prosper
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.