EXCARNATED ENTITY – Stillborn in Ash

Pubblicato il 14/05/2021 da
voto
7.5
  • Band: EXCARNATED ENTITY
  • Durata: 00:27:24
  • Disponibile dal: 10/05/2021
  • Etichetta:
  • Nuclear Winter Records

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

La Nuclear Winter, etichetta piccola ma sempre accorta nelle proprie scelte, fa cosa buona e giusta nel rimettere in circolazione questo “Stillborn in Ash”, demo d’esordio degli statunitensi Excarnated Entity. Un’opera rilasciata in maniera del tutto indipendente un paio d’anni or sono e capace fin da subito di diventare un piccolo caso fra i cultori e i collezionisti dell’underground death metal internazionale, sia per il fatto di essere stata confezionata da musicisti già visti all’opera in formazioni come Cerebral Rot, Predatory Light e Triumvir Foul, sia – ovviamente – per la qualità intrinseca del suo contenuto.
Quattro tracce di media/lunga durata che vedono il gruppo di Seattle immergersi in una bruma antica e spettrale da cui emergono le figure emaciate dei Paradise Lost di “Lost Paradise” e dei demo e di un manipolo di realtà che in tempi più recenti hanno affrontato con assoluta padronanza la materia death/doom dei Nineties (Cruciamentum, Disma, Mortiferum, ecc.), per un risultato complessivo che – lungi dal poter essere definito originale – si fa comunque segnalare per un trasporto e un’autorevolezza in sede di songwriting non indifferenti.
Ventisette minuti di musica in continua oscillazione tra parentesi dall’incedere arrembante e catramoso, in cui non è raro vedere il guitar work e la sezione ritmica assumere le sembianze di un caterpillar, e digressioni più profonde che odorano di pura mestizia e amarezza, il tutto sul filo di una tensione interna mantenuta viva da un riffing che cita apertamente i maestri senza mai ricorrere a soluzioni troppo scontate. I brani, a partire dall’opener “Sunken Form”, si presentano come un mix contagioso di rigore nell’interpretazione dei suddetti canoni e di barbarie da cui trasudano irrefrenabilmente l’ardore e l’entusiasmo del quartetto, generando un flusso crudissimo che l’operazione di remixing qui adottata rende ancora più incisivo.
Insomma, nell’attesa che il progetto porti a compimento i lavori del suo agognato debut album (previsto entro la fine dell’anno), questa riedizione di “Stillborn…” ha tutte le carte in regola per rimanere nella lista d’ascolto degli appassionati per diverso tempo.

TRACKLIST

  1. Sunken Form
  2. Perverse Zealotry
  3. Stillborn in Ash
  4. Split Visage
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.