EXELOUME – Fairytale Of Perversion

Pubblicato il 31/07/2011 da
voto
6.5
  • Band: EXELOUME
  • Durata: 00:43:56
  • Disponibile dal:
  • Etichetta: Vici Solum Productions
  • Distributore: Audioglobe

Streaming:

Arrivano dalla Norvegia e con la favola della perversione esordiscono sulla lunga distanza dopo il demo dell’anno scorso che portava lo stesso nome dell’album in questione. Detto che basta ascoltare una canzone o poco più per rendersi conto che ci si trova di fronte a un disco di thrash/death metal ben fatto, senza fronzoli e senza pretese strampalate, risalta subito il suono dei nostri, molto compatto, corposo. Non stupisce quindi che siano passati per le mani del sapiente Dan Swano in sede di missaggio e masterizzazione dell’album. Detto ciò, gli Exeloume si muovono su coordinate thrash metal molto toniche, vecchio stampo come i primi lavori dei mostri sacri americani, aggiungendo spesso delle partiture che specie in sede di riffing sono marcatamente death metal. Piace anche la voce, abile a variare da un growl corposo a uno scream più tagliente, che spesso nelle parti più concitate (“Psychopath”) ricorda molto quella dei Witchery, tale è la tonalità black metal adottata. Senza quindi fare niente di più che costruire buone trame, con un riffing molto tagliente, a tratti devastante (“Locus Ceruleus”) e a tratti anche fin troppo elaborato, i norvegesi arrivano a fine disco cercando di variare quando possibile la proposta, non sempre riuscendoci. Ma quando ci riescono non sono affatto male. Da segnalare “Faceless Children”, dove si ode, ma solo per pochi secondi, anche un interessante coro vocale pulito nel finale, in un brano molto carico di pesantezza. Una sperimentazione che in futuro potrebbe trovare maggior spazio? Chissà. Contrariamente a quanto avviene non di rado, il finale del disco contiene due fra i brani migliori, “The Bitsa Maniac”, canzone dove gli Exeloume si sbizzarriscono in fraseggi melodici e soli di chitarra alquanto ispirati su una sezione ritmica molto carica, e “Our Poisonous Creation”, dalla brutalità esasperata. In definitiva “Fairytale of Perversion” non è affatto niente male. Il disco è basato su solide radici thrash metal ma contiene anche diversi spunti che in futuro potrebbero intervenire in maniera più massiccia sul loro suono.

TRACKLIST

  1. Lex Talionis (intro)
  2. Blind Billions
  3. Ignorance is Bliss
  4. Fairytale of Perversion
  5. Locus Ceruleus
  6. Share my Pain (Stalingrad)
  7. Hellhole
  8. Psychopath
  9. Tool of God
  10. Faceless Children
  11. The Bitsa Maniac
  12. Our Poisonous Creation
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.