EXODUS – Let There Be Blood

Pubblicato il 03/11/2008 da
voto
6.0
  • Band: EXODUS
  • Durata: 00:42:47
  • Disponibile dal: 27/10/2008
  • Etichetta: Zaentz Records
  • Distributore:

Come successo un po’ di tempo fa con i Sodom e i Twisted Sister (rispettivamente con i remake di “In The Sign Of Evil” e “Stay Hungry”), anche gli Exodus si buttano nella mischia delle ri-registrazioni di album storici. Artwork rivisto, titolo rinominato in “Let There Be Blood”, mentre nessuna sorpresa per quanto riguarda i contenuti: sono le nove canzoni di “Bonded By Blood” a dettare legge. Produzione in linea con gli ultimi album dei thrasher con mixaggio ad opera del solito Andy Sneap. Si susseguono uno dietro l’altro i grandi anthem che hanno reso famoso l’album: la parte ritmica e solista rimangono fedeli alle parti originali, mentre alcune melodie vengono enfatizzate dalla nuova produzione. Buona la prova vocale di Rob Dukes che sembra a suo agio nell’interpretazione dei vecchi pezzi, anche se nella mid tempo “And Then There Were None” non riesce a convincerci pienamente. Inutile fare un confronto con il mitico Paul Baloff, in qualsiasi caso Rob ne uscirebbe perdente. E’ proprio questo il problema principale del disco: nessuno sentiva il bisogno di una nuova versione di “Bonded By Blood”. Perché registrare nuovamente un album già perfetto, un disco che a oltre vent’anni dalla sua pubblicazione suona ancora fresco ed attuale e che rimane insuperato in quanto a intransigenza e cattiveria? La voce sgraziata e al vetriolo di Baloff, insieme alla produzione grezza e tagliente del debut, rimangono tutt’ora due punti cardine di un album che ha fatto (e continuerà a fare) storia. Inutile continuare quindi a discutere sulla mossa commerciale di questa ri-edizione: un disco che rimane niente più che un piacevole passatempo in attesa di un nuovo capitolo ufficiale nella discografia degli Exodus. Consigliato solo a chi non è mai riuscito a digerire l’ugola di Paul Baloff (pazzi!)… per tutti gli altri, un motivo in più per riascoltare il buon vecchio “Bonded By Blood” e sbattere la testa al ritmo dei suoi classici senza tempo.

TRACKLIST

  1. Bonded By Blood
  2. Exodus
  3. And Then There Were None
  4. A Lesson In Violence
  5. Metal Command
  6. Piranha
  7. No Love
  8. Deliver Us To Evil
  9. Strike Of The Beast
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.