EXTREMA – And The Best Has Yet To Come

Pubblicato il 29/09/2003 da
voto
7.0
  • Band: EXTREMA
  • Durata:
  • Disponibile dal: 29/09/2003
  • Etichetta:
  • Distributore: Sony

Ci ha pensato “Better Mad Than Dead” a colmare i più di cinque anni di oblio che gli Extrema avevano fatto patire ai fans dopo “The Positive Pressure”. Quasi a voler testimoniare di essere rientrati in pista al cento per cento, i meneghini pubblicano “And The Best Has Yet To Come”, stuzzicante raccolta di covers, remix e pezzi più o meno rari. Aprono le danze tre brani inediti, ovvero “The World Decline”, “Divin'” e “Release”, che allontanano dalla band lo spettro del nu-metal, grazie alle improvvise accelerazioni thrashcore e ad un feeling che, in generale, pare essere più “crudo” e privo delle sovrastrutture che soggiacevano al complicato impianto di “Better Dead Than Mad”. Tre brani più che discreti insomma, che andrebbero letti alla luce della loro collocazione in un album, ma che anche nel contesto di una raccolta appaiono piuttosto validi. Si passa poi alla parte più propriamente “fun” del disco e, nell’ordine, la band del buon Tommy Massara ci presenta i due brani realizzati in collaborazione con la Spaghetti Funk che rappresentarono la pietra dello scandalo per molti metallari benpensanti qualche anno fa, un paio di remix (molto bello quello di “All Around”), un brano dedicato al Milan e due cover, rispettivamente “Truth Hurts Everybody” dei Police e “Too Drunk To Fuck” dei Dead Kennedys. Un disco che si fa ascoltare con grande piacere (in particolare “Vai Bello” non me la ricordavo così incisiva…) e placa un po’ la fame di Extrema che attanaglia chi è stato a digiuno per tanto tempo e, ad oggi, si è gustato solo l’antipasto e i salatini contenuti in “And The Best Has Yet To Come”.

TRACKLIST

  1. The World Decline
  2. Divin'
  3. Release
  4. Mollami/M’hai Rotto (featuring Articolo 31)
  5. Vai Bello/Qui Non Si Scherza(featuring Articolo 31)
  6. Dude
  7. All Around
  8. Dai Tempi Del Paron
  9. Thruth Hits Everybody
  10. Too Drunk To Fuck
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.