EYEHATEGOD – In The Name Of Suffering

Pubblicato il 20/11/2007 da
voto
7.5
  • Band: EYEHATEGOD
  • Durata: 01:12:00
  • Disponibile dal: 20/11/2007
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: EMI
La Century Media, che li aveva pubblicati in origine, ristampa oggi tre dei quattro studio album realizzati dagli Eyehategod, integrandoli con outtakes e versioni demo e confezionandoli in un packaging non stupefacente ma comunque gradevole. Si parte con “In The Name Of Suffering”, debutto del quartetto di New Orleans, recante data 1 dicembre 1992. L’album può essere considerato l’atto di fondazione dello sludge, singolare ibrido musicale praticato soprattutto da band del sud degli Stati Uniti composto in parti uguali (e ugualmente avariate) da doom sabbathiano, hardcore U.S.A., blues avvelenato e bourbon. Sebbene si tenda a considerare il successivo “Take As Needed For Pain” il vero capolavoro degli Eyehategod, “In The Name Of Suffering” possiede tutta l’arrogante immaturità che è propria dei grandi debutti; un disco del tutto autarchico, estraneo a quella dose di accessibilità che renderà grandi i Down anni più tardi e completamente calato in un mood compulsivo e paranoico. Basta l’attacco di “Depress”, che sembra scritto dai Black Sabbath sotto Xanax, a rendere l’idea. Completa l’operazione la ristampa del demo “Lack Of Almost Everything” (in verità già rintracciabile nel live album “10 Years Of Abuse (And Still Broke)”), che contiene alcuni pezzi che comporranno l’album, solo registrati (molto) peggio. Imprescindibile.

TRACKLIST

  1. Depress
  2. Man Is Too Ignorant To Exist
  3. Shinobi
  4. Pigs
  5. Run Into The Ground
  6. Godsong
  7. Children Of God
  8. Left To Starve
  9. Hostility Dose
  10. Hit A Girl
  11. Left To Starve (Demo)
  12. Hit A Girl (Demo)
  13. Depress (Demo)
  14. Children Of God (demo)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.