EYES FRONT NORTH – From Shape To Name

Pubblicato il 10/04/2016 da
voto
6.5
  • Band: EYES FRONT NORTH
  • Durata: 00:48:00
  • Disponibile dal: 08/04/2016
  • Etichetta: Argonauta Records
  • Distributore: Goodfellas

Streaming:

Primo full-length per gli Eyes Front North, quartetto francese patrocinato dalla “nostra” Argonauta Records, etichetta che ormai da qualche tempo ha allargato non di poco il proprio raggio d’azione, andando a mettere sotto contratto numerose formazioni estere. Con questo “From Shape To Name”, la band transalpina ci offre un sound decisamente variegato, nel quale è possibile scovare citazioni di realtà “post” hardcore/sludge ormai storiche – Mouth Of The Architect, vecchi Cult Of Luna – così come influenze alt-rock e qualche piccola parentesi più vicina alle moderne correnti “post” black metal (vecchi Lantlos, ecc); soluzioni, queste ultime, sovente responsabili di fare uscire un po’ più di frequente il lato dolce e sensibile del suono dei ragazzi. In generale, la band è solita costruire brani molto articolati, nei quali, prima o poi, vengono esplorate tutte le influenze base. Si procede di stanza in stanza, a volte cambiando completamente ambientazione, cercando spesso il colpo ad effetto per rifuggire formule preconfezionate e per mettere davanti all’ascoltatore una proposta il più varia ed imprevedibile possibile. Si passa dai soliti midtempo slabbrati a break acustici intenti a mostrare il carattere più morbido e delicato del gruppo, per poi tornare su toni aggressivi grazie ad accelerazioni brusche e a qualche intervento di doppia cassa. Le voci si arrampicano su queste trame, con piglio ora pratico e sicuro (growl e screaming), ora un po’ stentato (il pulito); in effetti, le clean vocals di Lionel Forest non sempre risultano all’altezza della situazione nei momenti più concitati: capiamo il desiderio di volere dare alle linee vocali un che di virile e sgraziato, ma a volte abbiamo l’impressione che il frontman esageri e finisca per perdere il controllo, scadendo nella goffaggine. Meglio quando il Nostro affronta i versi con maggiore ordine, riuscendo pure ad escogitare qualche bel ritornello. In ogni caso, il prodotto finale resta interessante, se non altro perchè le porzioni strumentali rappresentano la maggior parte della proposta. A ciò va poi aggiunta una resa sonora con i fiocchi, dietro la quale troviamo lo zampino di Jack Shirley (Deafheaven, Lycus). “From Shape To Name”, insomma, si presenta bene: si tratta del debutto ufficiale per gli Eyes Front North e le basi per fare qualcosa di più che valido anche in futuro vi sono tutte, come ben dimostra un pezzo conciso, concreto ed ispirato come “The Eye”. Ora si tratta solo di ovviare a certe ingenuità e, magari, di lavorare su una capacità di sintesi ancora un filo acerba.

TRACKLIST

  1. I Know the Acronym, You Don't
  2. Axis
  3. Voids Beneath
  4. A Huit Heures Seize
  5. Tomorrow Left Unborn
  6. Catching Polaris B
  7. The Eye
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.