FACE THE FACT – The Safe Place

Pubblicato il 28/04/2002 da
voto
7
Streaming non ancora disponibile

Ottimo lavoro! E con questa affermazione potrei addirittura non aggiungere altro, questo perchè non mi era mai capitato, prima d’ora, di non sentire minimamente la necessità di spendere ulteriori parole per descrivere un disco che è riuscito a convincermi fin dal primo ascolto. La scena hardcore capitolina offre spunti decisamente interessanti, ma con questi Face The Fact la sorpresa è stata grande quanto inaspettata, pur non amando il genere in questione, ho avuto modo di apprezzare le performance live del combo e devo dire che l’impatto globale mi ha letteralmente mozzato il respiro. La stessa energia l’ho ritrovata in questo mini cd, registrato negli studi del Temple Of Noise di Roma per la giovane e italianissima FireFly Companies, sei brani notevoli che mostrano chiaramente le ottime potenzialità della band, una piacevole miscela di hardcore moderno e matrici thrash e death metal il tutto dosato in maniera originale e personale. Una nota di merito e una particolare attenzione per il lavoro chirurgico delle due chitarre, che in alcuni punti mi riportano alla mente il riffing serrato di bands notevoli del panorama swedish death come At the Gates e In Flames. Tra i brani, a mio avviso tutti degni di nota, mi sento di sottolineare la bellissima “The Safe Place” e la strumentale “The Mechanical Sound Of The Heart”, entrambe chiari esempi di come si possa rendere interessante un genere così poco docile ai compromessi e alle contaminazioni come l’hardcore, provate a immaginare sullo stesso palco i Madball e i Soilwork di The Chainheart Machine e potrete farvi un’idea approssimativa sul genere musicale proposto da questi ragazzi. La formazione attuale della band non rispecchia quella presente sul disco che ha potuto avvalersi del lavoro di due singers e di un differente bassista, mentre di recente il combo capitolino si è esibito dal vivo con uno screamer in meno e una grintosa bassplayer con cui i Face The Fact torneranno in studio per registrare il loro primo full lenght, previsto per la prossima estate. Sono sicuro che questa band farà contenti tutti voi appassionati di musica estrema sia che vi piaccia l’hardcore o meno, e se ascoltando questo lavoro vi ritroverete con i timpani perforati e le orecchie sanguinanti non dite che non vi avevo avvertito.

TRACKLIST

  1. Scenarious Change
  2. The Safe Place
  3. The Mechanical Sound Of The Heart
  4. The Misunderstand That We Have To Explain Ourselves
  5. Portrait
  6. We Misunderstand Ourselves (...And Rarely Understand The Others)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.