FALAISE – My Endless Immensity

Pubblicato il 19/11/2017 da
voto
7.5
  • Band: FALAISE
  • Durata: 00:52:07
  • Disponibile dal: 2/08/17
  • Etichetta: ATMF
  • Distributore: Masterpiece

Il duo umbro torna sulle scene con un lavoro che non si discosta, in termini di sonorità e concept lirico/iconografico, dal materiale proposto in precedenza. Post-black che sfuma nello shoegaze e nel post-rock, con l’accento posto forse maggiormente proprio sull’aspetto melodico della proposta. L’apertura è affidata ad una strumentale semiacustica che profuma molto di Twin Peaks, ma è con la successiva “The Embrace Of Water” che si entra nel vivo: ritmato e danzereccio, un brano del genere ha più a che fare genericamente con il post metal che con il black tout court, e lo stesso si può dire dell’intero disco, perchè gli elementi riconducibili al black metal sono pochi e ben amalgamati come le molteplici influenze attraverso le quali si esprimono i Nostri. Se nomi quali Alcest, Lantlôs, An Autumn For Crippled Children e Amesoeurs continuano ad essere i naturali ispiratori della musica dei Falaise (tanto che di questi ultimi viene riproposta la cover di “Les Ruches Malades”) è anche vero che con questo lavoro riescono ad andare oltre, creando brani articolati (You Towards Me”) che sfuggono ai generi e alle catalogazioni. Ci sono evidenti tracce di indie rock (qualsiasi cosa significhi) nella scelta dei suoni e nella struttura delle canzoni, e un uso delle tastiere che potremmo definire quasi pop. Forse l’album risulta un po’ slegato in alcuni passaggi, ma è certamente apprezzabile la varietà di atmosfere e di stili che vengono proposti, oltre al fatto che le composizioni sono sempre ben a fuoco e prive di fronzoli ridondanti, per cui è impossibile annoiarsi. Bello ad esempio il midtempo Katatonia-oriented di “Dreariness”, cupo e spettrale. I Falaise sono innegabilmente cresciuti e possono risultare interessanti per un pubblico molto trasversale. Si potrebbero fare – e già si sono fatti – mille discorsi sull’opportunità di mescolare il black metal a generi che si trovano ad una distanza attitudinale e culturale siderale da esso, ma non è questa la sede per farli. “My Endless Immensity” è un prodotto fresco e ben fatto che persino chi non ama questi generi potrebbe apprezzare.

TRACKLIST

  1. Nightgaze
  2. The Embrace Of Water
  3. You Towards Me
  4. Crimson Clouds
  5. Dreariness
  6. The Abyss
  7. Sweltering City
  8. Pristine Universe
  9. A Veil of Stars
  10. Les ruches malades (Amesoeurs cover)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.