FALKENBACH – Tiurida

Pubblicato il 10/02/2011 da
voto
6.5
  • Band: FALKENBACH
  • Durata: 00:44:25
  • Disponibile dal: 28/01/2011
  • Etichetta: Napalm Records
  • Distributore: Audioglobe

Sono trascorsi già sei anni dall’ultimo album dei tedeschi Falkenbach, quell’ “Heralding (The Fireblade)” che era probabilmente coinciso con il culmine della carriera di Markus Tümmers, in arte Vratyas Vakyas, unica mente della band. Le lunghe pause dei Falkenbach non sono una novità e non lo è neanche il fatto che dopo un lungo periodo d’inattività ci vuole un po’ per carburare e tornare ai livelli di prima. Non scappa a questa regola il nuovo “Tiurida”, un album che non mostra niente di nuovo. Passano gli anni ma il trademark dei Falkenbach rimane sempre uguale. “Tiurida” ha delle parti strumentali molto valide, molte epiche come sempre, ma anche delicate, eteree, che avvicinano come sempre la band tedesca agli storici Bathory anche se Vratyas Vakyas è un bardo e non un guerriero come lo era invece Quorthon. I Falkenbach quando vogliono creare atmosfere nordiche dal sapore mitologico sono bravissimi, ma rimangono anche le solite partiture ‘folkeggianti’ che rendono i brani forse un po’ troppo allegri, togliendo così molta epicità alla musica. Ma ciò che davvero penalizza il nuovo album, come in passato, è il cantato di Vratyas Vakyas, non tanto la voce (anche se un po’ troppo lamentosa), ma quel suo incedere monotono che davvero riesce da solo a rovinare il brano (come nella canzone d’apertura dell’album). A dire il vero su “Tiurida”, release poco cantata, anche sotto questo punto di vista sono stati fatti dei miglioramenti, ma permane la convinzione che con un cantato più grintoso e variegato ed un sound in alcune parti più aggressivo e meno ‘felice’ i Falkenbach riuscirebbero persino ad affermarsi una volta per tutte all’interno della scena folk/viking metal internazionale. Un album che aggiunge solo qualche piccolo ritocco a quello che è il trademark inossidabile della band. Niente di nuovo sotto i cieli dominati da Thor e Odino.

TRACKLIST

  1. Intro
  2. …Where His Ravens Fly…
  3. Time Between Dog And Wolf
  4. Tanfana
  5. Runes Shall You Know
  6. In Flames
  7. Sunnavend
  8. Asaland (Bonus Track)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.