FALL OF SERENITY – Bloodred Salvation

Pubblicato il 01/06/2006 da
voto
6.5
  • Band: FALL OF SERENITY
  • Durata: 00:40:47
  • Disponibile dal: 22/05/2006
  • Etichetta:
  • Lifeforce Records
  • Distributore: Andromeda

Spotify:

Apple Music:

Non amano perdere tempo, i Fall Of Serenity. E’ trascorso meno di un anno dalla pubblicazione del loro ultimo album, “Royal Killing”, ed eccoli tornare nuovamente sul mercato con un nuovo lavoro, il quale viene addirittura pubblicato dalla Lifeforce Records. Visto il breve tempo con cui i death metaller tedeschi hanno completato il songwriting per questo “Bloodred Salvation”, probabilmente saranno in molti a pensare di trovarsi al cospetto di un disco molto simile al precedente. Però, in realtà, le cose non stanno esattamente così. Questo nuovo lavoro ci presenta infatti dei Fall Of Serenity decisamente più aggressivi e brutali di quelli che avevamo avuto modo di conoscere con il precedente album: la tracklist è infatti stra-colma di riff schiacciasassi puramente death metal, non sono presenti voci pulite (ad eccezione di qualche backing vocals, tra l’altro semi-nascoste dal growl) e la produzione è moderna ma ruvidissima, assai più potente e piena di quella di cui godeva “Royal Killing”. Gli spunti alla Edge Of Sanity sono quasi completamente spariti, idem le parti arpeggiate e sognanti… se si esclude la title track – un intermezzo pianistico abbastanza piacevole – tutto è votato all’aggressione in questo disco, tanto che in molti passaggi più che gli At The Gates (un’altra delle vecchie influenze della band), vengono alla mente certi Dismember! Inoltre i nostri hanno anche cominciato a fare uso dell’elettronica: in modo sì discreto, ma comunque incisivo… quasi sullo stile degli ultimi Arch Enemy o degli In Flames di “Clayman”, anche se gli effetti qui utilizzati sono infinitamente più disturbanti. A differenza di molti loro colleghi, i Fall Of Serenity hanno dunque optato per appesantire il loro sound anzichè ammorbidirlo, e ciò che ne è venuto fuori è un disco veramente heavy e cattivo, che se da un lato ha il difetto di essere poco vario, dall’altro ha tutte le carte in regola per incuriosire gli appassionati delle sonorità swedish più ferali o i fan di gruppi come The Black Dahlia Murder e Hatesphere. Album non indispensabile, ma senza dubbio discreto.

TRACKLIST

  1. Blood Starts Running (Intro)
  2. Out Of The Clouds
  3. A Piece Of You
  4. Dead Eyes
  5. Bloodred Salvation
  6. Raise Your Remorse
  7. As I Watch
  8. Overflowing Senses
  9. Swallowed Lies
  10. Twin Curse
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.