FANTôMAS – The Director’s Cut

Pubblicato il 23/08/2001 da
voto
7
  • Band: FANTôMAS
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2001
  • Etichetta:
  • Distributore:

E’ certamente impossibile capire se i Fantomas di Mike Patton siano dei geni o dei semplici burloni. Se la loro totale dedizione a strutture oblique e sorprendenti, a spiazzanti cambi d’umore, a quel rumore bianco figlio di chitarre scordate ed elettronica sia dettata dall’incalzante schizofrenia dell’ex Faith No More o da un’intelligenza compositiva talmente profonda da risultare incomprensibile.
Certo è che questo “The Director’s Cut” è un disco interessante nel quale non mancano momenti indiscutibilmente buoni alternati, già nella volontà degli autori, ad altri pregni di una inintellegibile folle autarchia. L’idea è quella di riarrangiare à-la Fantomas colonne sonore di film celebri, quasi a voler miscelare ciò che è famigliare all’ascoltatore con ciò che è destinato a sconvolgerlo senza offrirgli neanche un appiglio. Grind Core mutante che in un secondo diventa ambient che in un secondo diventa rumorismo che in un secondo diventa doom e così via all’infinito. Non c’è spazio per l’improvvisazione, è tutto calcolato con il solo intento di scatenare il caos primordiale e di annebbiare la mente di chi ascolta. Confondere e sorprendere. La voce e gli effetti del geniaccio Patton sono probabilmente la cosa migliore dell’intero lavoro; le timbriche, ora calde ora acide, esaltano con una vena di autocompiacimento la propensione istrionica e l’indiscutibile tecnica di Patton. L’effettistica e tutto il lavoro che sta dietro alla programmazione dei “macchinari” è perfetta, lancinante o rassicurante in funzione di ciò che riproduce. Nota di gran merito anche per il veterano Dave Lombardo dietro alle pelli; difficilmente è stato possibile sentirlo così “in palla” dopo “Reign In Blood”.
Utilità di una recensione di “The Director’s Cut”? Nessuna. Masturbazione mentale che descrive una masturbazione mentale. Provate ad ascoltarlo e mi direte. Forse un ottimo disco.

TRACKLIST

  1. The Godfather
  2. Der Golem
  3. Experiment In Terror
  4. One Step Beyond
  5. Night Of The Hunter
  6. Cape Fear
  7. Rosemary's Baby
  8. The Devil Rides Out (Remix)
  9. Spider Baby
  10. The Omen (Ave Satani)
  11. Henry: Portrait Of A Serial Killer
  12. Vendetta
  13. Investigation On A Citizen Above Suspiction
  14. Twin Peaks: Fire Walk With Me
  15. Charade
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.