FATHER BEFOULED – Desolate Gods

Pubblicato il 03/07/2017 da
voto
7.0
  • Band: FATHER BEFOULED
  • Durata: 00:30:09
  • Disponibile dal: 23/06/2017
  • Etichetta: Dark Descent
  • Distributore: Audioglobe

Coloro che davvero non vedono l’ora di ascoltare l’atteso nuovo album degli Incantation puntino dritti sul ritorno dei Father Befouled. Con questo “Desolate Gods” i quattro death metaller di Atlanta, Georgia, si confermano infatti fra i più accreditati discepoli di John McEntee. mettendo sul piatto una proposta destinata certamente a deliziare i fanatici di album come “Onward to Golgotha” o “Mortal Throne of Nazarene”, così come a fomentare chi da sempre vede i Nostri come una sorta di superflua cover band. Atmosfere gravi e vischiose, digressioni doom e il profondo growl di Justin Stubbs caratterizzano le otto tracce di “Desolate Gods”, materializzando più che mai scenari spaventosi. Una scaletta che non va mai troppo al di fuori del suo accurato ordito minimalista sistematicamente tratteggiato da costanti richiami ai capitoli cardine della discografia degli Incantation, ma che riesce comunque a intrattenere grazie ad una indubbia cura per i dettagli e ad una ispirazione alla base del songwriting sempre più che decorosa. Evidentemente, i Father Befouled sono ben consci di non avere nulla da offrire sul fronte originalità; per lasciare il segno, il gruppo punta quindi su strutture di facile presa e su un lavoro di chitarra che, quando adeguatamente raffinato, sa davvero arrivare su livelli vicini a quelli dei maestri. Non a caso, colpisce la breve durata complessiva dell’opera: il quartetto non si perde in lungaggini e in velleità death-doom che probabilmente non sarebbe capace di gestire con il giusto smalto, preferendo invece concentrare i riff migliori in pezzi ritmati e che vanno dritto al sodo. Non mancano tuttavia alcune gradevoli variazioni: sia “Ungodly Rest” che “Vestigial Remains of…” presentano infatti degli interventi di chitarra solista che curiosamente rimandano ai primi Paradise Lost. Il disco si rivela in sintesi un’esperienza sonora ben congegnata, che ha il merito di condensare in una tracklist tutt’altro che dispersiva le migliori intuizioni dei Father Befouled, evitando ogni genere di pretenziosità. La mancanza di “farina del proprio sacco” è palese, ma “Desolate Gods”, come già accennato, è chiaramente un disco destinato soltanto ad una ristretta cerchia di ascoltatori, i quali quasi sicuramente avranno ben poco di cui lamentarsi.

TRACKLIST

  1. Exsurge Domine (Intro)
  2. Offering Revulsion
  3. Mortal Awakening
  4. Exalted Offal
  5. Ungodly Rest
  6. Divine Parallels
  7. Vestigial Remains of… (Instrumental)
  8. Desolate Gods
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.