FEED THE RHINO – The Silence

Pubblicato il 27/02/2018 da
voto
7.5
  • Band: FEED THE RHINO
  • Durata: 40:04
  • Disponibile dal: 16/02/2018
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: Sony

Iniziare il quarto lavoro per gli inglesi Feed The Rhino con un riff come quello di “Timewave Zero” è decisamente una sicurezza d’impatto immediato, per rimettere subito tutte le vecchie carte sul tavolo da gioco. L’opener di “The Silence” è infatti l’apripista perfetto per impostare un nuovo lavoro che vuole determinarsi come l’album della perfetta maturità stilistica, dopo lo iato del 2015. Già con “Featherweight” – uno dei primi videoclip a 360 gradi che si possono trovare in rete – si era potuto piacevolmente riascoltare le tonalità di Lee Tobin, di nuovo in forma smagliante. Mentre con “Losing Ground” si riascolta il groove tipico della band è con brani come “68”, “All Work And No Play Makes Jack A Dull Boy “, “Nerve Of A Sinister Killer” che le cose si settano su livelli decisamente potenti, ripercorrendo qualcosa già detto da Godsmack e vecchie formazioni dei late-Nineties, ma riproponendole con un piglio – e un sound – decisamente contemporaneo, dinamico e dannatamente melodico, vicino ad alcuni lavori dei Norma Jean, da un certo tipo di ascolto. James e Sam Colley riescono infatti a trovare la perfetta sinergia delle chitarre (“Yellow And Green”/”Lost In Proximity”), che suonano come dei rasoi affilati e fatti per colpire a morte e al tempo stesso risultare in grado di essere immediatamente memorabili, rendendo il mood dei brani sempre in grado di affondarsi nell’orecchio dell’ascoltatore. Probabilmente non c’è un vero e proprio cambiamento del sound della band, se non per il fatto di essersi direzionato verso un appeal ancora un po’ più accessibile, arrivando ad un groove metal con venature post-hardcore e alternative, in grado di risultare radiofonico e di non perdere fino in fondo nessuna delle caratteristiche fondanti dei Feed The Rhino. “The Silence” offre, come era avvenuto per “The Sorrow And The Sound”, un altro deciso punto fermo sulla validità della band di Kent.

TRACKLIST

  1. Timewave Zero
  2. Heedless
  3. Losing Ground
  4. 68
  5. All Work And No Play Makes Jack A Dull Boy
  6. Yellow And Green
  7. Nerve Of A Sinister Killer
  8. Fences
  9. The Silence
  10. Lost In Proximity
  11. Featherweight
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.