FEINSTEIN – Third Wish

Pubblicato il 04/05/2004 da
voto
6.5
  • Band: FEINSTEIN
  • Durata: 00:58:38
  • Disponibile dal: 19/04/2004
  • Etichetta: SPV Records
  • Distributore: Audioglobe

Qualche chiarimento, innanzi tutto, poiché solo a pochi tra quanti stanno leggendo sarà nota infatti la leggendaria figura di David Feinstein: ebbene, stiamo parlando di un rinomato axeman della scena underground dell’heavy metal anni ’80 che ha militato negli altrettando leggendari Rods, prima del loro scioglimento avvenuto nell’epoca più gloriosa per il metallo d’annata. Chiarito questo punto, passiamo a presentare l’album del ritorno sulle scene di David, che si presenta a questo “Third Wish” completamente dimentico delle grezze sonorità hard’n’heavy che contraddistinsero la sua precedente band, per presentarci un approccio più melodico a livello musicale, che riprendealcuni elementi dai Rainbow dell’era Turner, purtroppo filtrati da inserimenti che si rifanno alla recente tradizione power metal, il tutto a volte contornato da riff di derivazione heavy metal ottantiano ma comunque dal forte stampo melodico che poco, come già sottolineato, hanno a che vedere con i Rods. Passando all’analisi del disco, ciò che ci propone Feinstein potrebbe essere un più che valido ritorno sulle scene; e quel ‘potrebbe’ non è riferito all’effettiva validità dei pezzi, sui quali effettivamente poco c’è da discutere vista la più che buona qualità, ma solamente al ‘solito’ difettuccio che penalizza parzialmente la gran parte dei dischi usciti negli ultimi anni. Ci si riferisce, ovviamente, all’assoluta mancanza di idee ed al riciclaggio più sfrenato, visto che durante tutto il corso del disco, scorrendo tra canzoni quali la superba title-track, l’ottima “Third Wish” e la fiera “Masquerade” si ha molte, troppe volte la classica sensazione di déjà-vu che tende a frustrare l’ascoltatore facendo comprendere che, a volte, serve per forza qualcosa che esca, anche se di poco, dai soliti schemi affinché ci si senta invogliati ad inserire un cd nel proprio fidato lettore. Considerato ciò, insieme all’ottima prestazione dei membri della band ed alla produzione eccelsa (al solito), quello che resta è un onestissimo disco di hard rock/metal, senza pretesa alcuna (non si vede infatti il minimo sforzo di andare oltre le soluzioni stra-abusate del genere) ma nemmeno degno di non essere considerato da tutti gli amanti dell’heavy metal melodico che, ne siamo sicuri, in questo “Third Wish” potrebbero trovare pane per i loro denti. A tutti gli altri il consiglio che diamo è di rivolgersi piuttosto ai Rods (per il lato heavy) ed ai Rainbow (per il lato melodico), perché a loro sicuramente la commistione di questi due lati del rock effettuata in “Third Wish” risulterebbe alquanto effimera, inutile ed a tratti indigesta.

TRACKLIST

  1. Regeneration
  2. Rebelution
  3. Streaming Star
  4. Third Wish
  5. Rule The World
  6. Masquerade
  7. Far Beyond
  8. Poison Ivy
  9. Live To Ride, Ride To Live
  10. Firefighter
  11. Inferno
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.