FLOODSTAIN – Slave To The Self Feeding Machine

Pubblicato il 04/12/2010 da
voto
6.0
  • Band: FLOODSTAIN
  • Durata: 00:37:21
  • Disponibile dal: 13/09/2010
  • Etichetta: BadMoodMan Music
  • Distributore:

Pur rimanendo all’interno del rassicurante alveo dello stoner, diamo atto agli olandesi Floodstain di aver cercato di limare i difetti dell’album d’esordio tramite la ricerca di un sound più pesante e quadrato. Infatti se i nostri con “Dreams Make Monster” insistevano su sonorità a cavallo tra lo stoner ed il rock tout court, con il nuovo “Slave To The Self Feeding Machine” il baricentro viene spostato decisamente verso la musica della Death Valley. La conseguenza di questa scelta porta però i ragazzi ad essere troppo impersonali, dato che tutto all’interno del lavoro sa di già sentito almeno qualche migliaio di volte. La band infatti insiste su strutture classicissime che, senza disturbare i maestri Kyuss, rimandano ai vari Fu Manchu, Mondo Generator, Unida e Queens Of The Stone Age, uniti semmai ad un impeto esecutivo abbastanza estremo per queste latitudini. Una sorta di mix tra gli Alabama Thunderpussy e la scena desert rock novantiana, insomma. Sbaglia però chi parla di stoner sludge, in quanto le strutture dei vari brani non sono in alcun modo riconducibili all’indispensabile matrice core, ma si basano su di un hard rock roccioso, novantiano e tutt’al più dal flavour sudista (“Icepick Lobotomy” è sintomatica a questo proposito). Nel sound dei nostri fa brevemente capolino anche un pizzico di death metal, soprattutto a livello di riffing, ma è una presenza piuttosto esigua e superflua nell’economia complessiva dell’album. Discorso a parte merita “Jawbreaker (The Peace Within)”, brano nervoso e pesante di matrice prettamente death thrash inserito chissà per quale motivo all’interno del lavoro. Le rimanenti tracce, tra pochi alti e molti bassi, ci riconsegnano una band che dimostra di non avere ancora trovato appieno la propria dimensione e che per ora si limita a svolgere il compitino senza infamie particolari ma nemmeno senza lodi.

TRACKLIST

  1. Deathproof
  2. Icepick Lobotomy
  3. Slave To The Self Feeding Machine
  4. Jawbreaker ( The Peace Within )
  5. The Slumbering Titan Slayer
  6. Crooked Teeth
  7. Suicide Pep Rally
  8. Suicide Bonus
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.