FLYING DISK – Urgency

Pubblicato il 13/12/2018 da
voto
6.5
  • Band: FLYING DISK
  • Durata: 24:40
  • Disponibile dal: 27/11/2018
  • Etichetta: Brigante Records
  • Distributore:

Secondo full-length per la formazione di Cuneo dei Flying Disk – anche se, come afferma la band, potrebbe essere considerato il primo vero tassello del progetto – sulla cui pagina Facebook si legge ancora ‘furious post-hardcore” come genere di appartenenza. C’è da dire che queste definizioni andrebbero piazzate con una certa cognizione di causa, almeno per non presentarsi in una maniera non particolarmente appropriata a chi si approccia ad esse per la prima volta. Fortunatamente insieme a quella c’è anche quella di heavy rock, che forse si avvicina più a quello che il trio piemontese, che aveva comunque iniziato il percorso da radici più punk e più legate ad un certo tipo di ascolti di noise rock.
Una cosa interessante di “Urgency” sono sicuramente i suoni, soprattutto quello ottenuto per il basso di Luca Mauro, che riscopre il punk sferragliante e tiene alta l’attenzione ritmica e la tendenza ad una certa foga sporca del lavoro più di intenti che di effettivo risultato. Il tutto è infatti molto pulito, sintomo di un lavoro che vuole presentare una formazione maturata nel corso di questi anni di attività e sicuramente cerca di presentarsi con un prodotto di alto livello di produzione. L’attività live di spalla a numerose situazioni più affermate (Agnostic Front, Elder, etc) ha sicuramente portato linfa a questo lavoro che, pur non brillando di chissà quale contenuto, presenta una forma assolutamente degna di partecipare attivamente ad un panorama heavy rock, competendo degnamente con le carte e lo spirito a disposizione. I brani più convincenti, come “Night Creatures”, soffrono comunque una mancata dose di sporcizia e cattiveria che ne renderebbe le carte ancora più vincenti, e il timbro di Simone Calvo, seppur interessante, emerge forse troppo nel mix rispetto ad un sound più ‘dirty’ e impastato con il resto, con il conseguente spostamento di ascolto verso qualcosa di meno aggressivo, seguendo le sue tonalità timbriche più specifiche. Puntuale il lavoro delle batterie e delle chitarre (sempre ad opera di Calvo) e soprattutto del basso di Mauro, vero protagonista di “Urgency”. Le tonalità più intriganti restano infatte quelle che più si spostano dal voler fare quel ‘furious post-hardcore’ della descrizione e vanno verso toni più à la Sonic Youth e Dinosaur Jr, recuperando un po’ quelle sonorità anni Novanta in brani come “Hammer”, “Young Lizard” e “100 Days”, le ultime tre e forse le migliori del disco. Un grande in bocca al lupo ai Flying Disk, dunque, con la speranza che continuino in una direzione non necessariamente più rumorosa e trovino una strada che possa rendere giustizia al loro talento e alla loro passione per l’heavy rock in maniera sempre più personale.

TRACKLIST

  1. One Way To Forget
  2. On the Run
  3. Straight
  4. Dirty Sky
  5. Night Creatures
  6. Hammer
  7. Young Lizard
  8. 100 Days
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.