FRAGORE – The Reckoning

Pubblicato il 15/01/2015 da
voto
7.5
  • Band: FRAGORE
  • Durata: 01:03:03
  • Disponibile dal: 03/05/2014
  • Etichetta: Murdered Music
  • Distributore:

Provate ad immaginare una summa ideale tra quanto di meglio prodotto dalla scena di Göteborg nella prima metà degli anni ’90 e il groove metal dei Lamb Of God, il tutto con una leggera spruzzata di quel thrash ignorante a marchio Rage per rendere la situazione ancora più interessante. La compagine torinese (insieme dal 2007, ma al proprio esordio assoluto sotto major), sembra essersi veramente divertita nel mescolare le molteplici influenze dei membri del gruppo e a creare un lavoro variegato, intenso e personale. Un songwriting sempre inspirato, unito ad un guitar work fresco e incalzante, con soventi esplorazioni solistiche di pregevole fattura, contribuiscono ad elevare questo lavoro dalla massa, e di molto anche. Un altro punto di forza di questo “The Reckoning” è la continua varietà della proposta dei Nostri, i quali sembrano non avere alcun timore nel mescolare le carte in tavola ogniqualvolta ne sentano il bisogno: nel corso di questa ora troviamo richiami ai primi Arch Enemy (“Resurrection Nemesis”), scampagnate in territori thrash ‘n heavy (“Thunder Rising”), death metal facinoroso (“The System Has Failed”), industrial pacchiano che quasi sconfina nel modern (“White Dust” e “Earth”). Trova spazio anche “Mental Disorder”, una lunga, articolata e, nel complesso, piacevolmente riuscita, suite di elegante thrash d’antan. Menzione a parta va fatta allo splendido artwork di “Falloutiana” memoria che presenta questo “The Reckoning”, direttamente dalla fervida immaginazione di Rhett Podersoo (illustratore dei libri di Stephen King, mica pizza e fichi). Siamo rimasti molto soddisfatti da questo debut dei Torinesi, il quale si è rivelato come uno dei lavori più interessanti della “Metal-annata” 2014. Come al solito, il caro Ettore Rigotti (dietro al mixer) ha puntato su un buon cavallo. Una proposta pesante ma non rozza, melodica senza essere ruffiana, pluricontaminata ma lungi dall’essere confusionaria. Non possiamo che fare un plauso al trio piemontese, non nascondendo una certa curiosità nel sapere questa evoluzione sonora dove li porterà nel prossimo futuro.

TRACKLIST

  1. Origins
  2. Die with Blood
  3. Resurrection Nemesis
  4. AK-47
  5. Barrier
  6. Abominevole
  7. Sad People
  8. I Am Evil
  9. Leatherface
  10. The System Has Failed
  11. Mental Disorder
  12. Thunder Rising
  13. White Dust
  14. Earth
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.