GAAHLS WYRD – GastiR – Ghosts Invited

Pubblicato il 28/05/2019 da
voto
9.0
  • Band: GAAHLS WYRD
  • Durata: 00:42:07
  • Disponibile dal: 31/05/2019
  • Etichetta: Season Of Mist
  • Distributore: Audioglobe

I Gaahls Wyrd, il progetto più recente di artista tra i più emblematici della scena black metal mondiale e Kristian Espedal, danno finalmente alle stampe il loro primo lavoro. Preceduto dall’EP “Nov.15”, che contiene il primissimo live show della band (ovvero brani dei Trelldom e un estratto dall’unico full-length targato God Seed) questo “GastiR – Ghosts Invited” è interamente composto da materiale originale. Se il Vardøger Tour, che ha visto Gaahl e compagni sui palchi europei tra il 2017 e il 2018 è servito per rodare la band – dando al pubblico la meravigliosa possibilità di ascoltare dal vivo classici di alcuni tra i più importanti progetti del passato del cantante, Trelldom e Gorgoroth – possiamo dire che è tempo di raccoglierne i frutti.
Diciamolo subito: “GastiR – Ghosts Invited” è tutto tranne che una fotocopia di quanto fatto in passato, non è un’operazione commerciale e niente ha a che fare con la nostalgia. Questo disco rappresenta il Gaahl del presente, e se per certi versi è una summa delle esperienze musicali passate, per altri è qualcosa di nuovo e sicuramente dotato di grandissima personalità.
Nulla di ciò che Kristian Espedal – artista tra i più emblematici della scena black metal mondiale – ha creato o contribuito a creare è mai stato privo di interesse, e il lavoro nelle nostre mani non fa eccezione: black metal variegato, per certi aspetti moderno e quasi d’avanguardia, eppure saldamente ancorato nella tradizione.
“Ek Erilar” ha forti richiami onirici e ritualistici, che si fondono con la velocità del black metal e e trovano piena espressione nella conclusiva “Within The Voice Of Existence”, che riprende e amplia la spettrale melodia iniziale e deve molto all’esperienza Wardruna. L’elemento sciamanico emerge con forza in molti punti del disco, filo conduttore di un album che vive di un’energia rutilante e inarrestabile: “From The Spear” è uno dei momenti più alti, incalzante e tellurica, ma anche dotata di una forza melodica incredibile. A livello vocale Gaahl fa (come sempre) la differenza, grazie ad un’intensità e versatilità di stili che è molto difficile ritrovare in altri. Colpisce l’assenza di un vero e proprio scream, sostituito da harsh vocals nei momenti più tirati come “Through And Past And Past”, breve scheggia impazzita. Per la verità la prestazione di tutti i musicisti è ottima, con una menzione speciale per il duo Spektre (Kevin Kvåle) e Eld (Frode Kilvik), una sezione ritmica capace di fare la differenza.
Non ci sono punti morti, ogni brano aggiunge particolari alla storia ma riesce creare una propria dimensione. Non ci sembra proprio un caso che la produzione sia a cura di Iver Sandøy (attualmente dietro alle pelli degli Enslaved), uno che di commistioni tra metal estremo e progressivo se ne intende. I suoni sono perfetti per questo mix di oscurità e aggressività, scarni e grezzi al punto giusto, capaci al contempo di mettere in risalto i momenti più melodici, pensiamo alla chitarra solista nella magnifica “The Speech And The Self”, altra gemma oscura.
“GastiR – Ghosts Invited” non è un disco immediato, e anche se si capisce subito che il suo valore è elevato, occorre qualche ascolto in più per farselo entrare dentro. Non che ne servano moltissimi, la forza dell’intero lavoro è dirompente, primordiale, tagliente come un rasoio e al contempo dotata di un potere esoterico che è vincente in quanto assolutamente autentico e non costruito per ‘esigenze di copione’.

TRACKLIST

  1. Ek Erilar
  2. From The Spear
  3. Ghosts Invited
  4. Carving The Voices
  5. Veiztu Hve
  6. The Speech And The Self
  7. Through And Past And Past
  8. Within The Voice Of Existence
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.