GABRIELS – Over The Olympus – Concerto For Synthesizer And Orchestra In D Minor Op. 1

Pubblicato il 13/02/2018 da
voto
6.5
  • Band: GABRIELS
  • Durata: 00:48:00
  • Disponibile dal: 29/12/2017
  • Etichetta: Diamond Productions
  • Distributore:

Gabriels è un musicista e compositore siciliano, autore di diversi album, tra cui le rock opera “Prophecy” e “Fist Of The Seven Stars Act 1”, oltre ad aver nel proprio curriculum la collaborazione con gruppi come i Denied o la Fabio Lione band, per non parlare delle innumerevoli partecipazioni, tra cui ricordiamo quelle a dischi di Drakkar, Vivaldi Metal Project e Tommy Vitaly. L’idea di partenza di questo nuovo lavoro, “Over The Olympus”, non è priva di interesse: ci sembra, infatti, che nessuno prima d’ora abbia mai composto un concerto per sintetizzatore e orchestra. Gabriels scrive e interpreta dunque tutto il disco esclusivamente suonando sintetizzatori, facendosi accompagnare però anche da alcuni autentici elementi orchestrali (per quanto non nella forma del concerto vero e proprio, almeno nella sua accezione classica). L’opera si ispira alla mitologia classica greca, con l’intento di far respirare ed immaginare epiche battaglie tra Titani e Giganti, fino ad arrivare alle dimore abitate dalle divinità dell’Olimpo. La musica si fa così a volte sognante ed eterea, altre volte vigorosa e potente, a seconda del contesto e delle emozioni che l’autore vuole trasmettere nelle sue composizioni, tra l’Adagio di “The Magical Castle” o l’Andante di “Temple Valley”, fino al Maestoso di “Over The Olympus” o alle sonorità epiche di “Immortals”. Diversi temi del disco sono davvero belli e riescono ad affascinare: ciò che in parte ci lascia perplessi, è probabilmente però proprio la scelta dello strumento principe del disco. La musica composta per “Over The Olympus”, infatti, proprio per le sue caratteristiche, avrebbe richiesto probabilmente, a nostro avviso, almeno in alcuni passaggi, un’espressività che non sempre un sintetizzatore riesce a garantire: giustissima la scelta di avvalersi di elementi orchestrali, ma proprio per questo talvolta siamo dell’idea che il sintetizzatore avrebbe dovuto lasciare maggior spazio ad un violino o comunque a strumenti meno elettronici e maggiormente in grado di lasciare spazio appunto all’espressività dell’interprete. Una scelta dunque che va bene per i pezzi più aggressivi o più veloci, ma che ci ha convinto meno invece per quelli più atmosferici e meno irruenti. O meglio, per essere più chiari, se magari fosse stata meno intransigente l’idea di partenza, nel senso che fosse stato realizzato semplicemente un album non per forza così incentrato sui sintetizzatori, “Over The Olympus” avrebbe potuto essere un piccolo capolavoro per la qualità compositiva, ma così risulta un po’ difficile da digerire e probabilmente destinato quasi esclusivamente agli amanti dello strumento o, tutt’al più, del metal neoclassico. Si segnala, infine, la presenza di un paio di guest di rilievo, ovvero Mistheria, che suona nel brano “Thunderbolts” e Styx Synthmonster, ospite nella titletrack, che arricchiscono indubbiamente l’opera con la loro partecipazione.

TRACKLIST

  1. Temple Valley (Andante)
  2. By The Giant's Eyes (Moderato)
  3. Titans Versus Giants (Andante Con Moto)
  4. Through White Clouds (Moderato)
  5. The Magical Castle (Adagio)
  6. Gods (Allegretto Con Fuoco)
  7. Immortals (Epico)
  8. Thunderbolts (Moderato) feat. Mistheria
  9. Over The Olympus (Maestoso)
  10. Over The Olympus (Maestoso) (Bonus Track) feat. Styx Synthmonster
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti degli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.