GAMA BOMB – Tales From the Grave in Space

Pubblicato il 25/11/2009 da
voto
7.0
  • Band: GAMA BOMB
  • Durata: 00:30:56
  • Disponibile dal: 05/11/2009
  • Etichetta: Earache
  • Distributore: Self

Streaming:

Terzo album per gli irlandesi Gama Bomb, che ad un solo anno di distanza dal precedente “Citizen Brain” ritornano sul mercato forti di un album che farà la felicità di coloro che avevano apprezzato il citato lavoro precedente. Attivi dal 2002 e forti di un contratto con la Earache, i giovani thrasher non hanno certo fatto fatica a farsi conoscere, complice anche un tour importante come quello intrapreso lo scorso anno in compagnia di Exodus ed Overkill. Il thrash della formazione, fortemente nostalgico degli anni ottanta, è da sempre contraddistinto da una forte dose di sana ignoranza riconducibile ai contenuti dei testi da sempre improntati a B-Movies e ai classici cliché del genere che ben si sposano con l’attitudine scherzosa e spensierata della giovane formazione. Se da un lato le coordinate sonore di questo “Tales From the Grave in Space” sono quanto di più classico ci si poteva aspettare dai cinque irlandesi, la pubblicazione GRATUITA (avete letto bene) dell’album sul sito della Earache è sicuramente l’aspetto più innovativo che contraddistingue questo rilascio. “Tales From the Grave in Space”, nei suoi trenta minuti tondi, è un concentrato di riff taglienti, cambi di tempo e cori dal forte sapore alcolico, il tutto condito dai vocalizzi di un Philly Byrne notevolmente migliorato rispetto al (recente) passato. La voce di Byrne rappresenta ormai – nel bene o nel male – il trademark della formazione, sempre in bilico tra toni più acidi ed un falsetto che sicuramente risulterà poco digeribile se non addirittura irritante a chi non sopporta le tonalità più acute: sebbene il suo miglioramento sia indiscutibile deve essere chiaro che se non siete riusciti a digerirlo nel precedente album non cambierete sicuramente idea con il nuovo lavoro. Se “Citizen Brain” si era messo in mostra con thrash anthem del calibro di “Hell Trucker”, “Thrashoholic” e “Bullet Belt”, il nuovo “Tales From the Grave in Space” non sfigura di certo nel portare alle nostre orecchie brani adrenalinici come “Last Ninjas Unite”, “We Respect You”, “Return To Blood Castle” e “Skeletron”, anche se è da evidenziare una forte omogeneità per quanto riguarda qualità e coinvolgimento per tutte le dodici tracce che compongono il lavoro. La velocità costante e il sopraffino lavoro del duo Dixon/Graham alle chitarre sono elementi che non mancheranno di entusiasmare molti thrasher, anche se qualche sampler “spaziale” e una produzione affilata e tagliente non rappresentano elementi sufficienti a rendere meno monotono e prevedibile un album che tra riff un po’ troppo simili (quelli che accompagnano le strofe di “Last Ninjas Unite” e “Escape From Scarecrow Mountain” sono pressoché identici) e poche variazioni sul tema rischiano seriamente di pregiudicare la longevità di un lavoro coeso ma poco incline alle sorprese. “Tales From the Grave in Space” è un lavoro godibile e a tratti altamente esaltante che non mancherà di fare la felicità dei fan della formazione e che grazie alla propria distribuzione gratuita non tarderà a trovare posto fisso sui vostri hard disk: per una volta tanto e senza implicazioni legali potrà essere l’ascoltatore stesso a poter applicare il cosiddetto Try&Buy, anche se per poter acquistare il classico dischetto si dovrà aspettare fino a gennaio. Acquistando la versione in CD di “Tales From the Grave in Space” si porterà anche a casa un EP inedito volto a premiare i fan più fedeli che non possono fare a meno di avere tra le mani testi e artwork. Concludiamo, quindi, con un quanto mai inaspettato: buon download a tutti.

Potete scaricare l’album dal sito della Earache

TRACKLIST

  1. Slam Anthem
  2. New Eliminators Of Atlantis B.c.
  3. Three Witches
  4. Last Ninjas Unite
  5. Escape From Scarecrow Mountain
  6. Mussolini Mosh
  7. We Respect You
  8. Apocalypse 1997
  9. Return to Blood Castle
  10. Polterghost
  11. Skeletron
  12. Mummy Invasion
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.