GEMINI SYNDROME – Lux

Pubblicato il 16/12/2013 da
voto
7.5
  • Band: GEMINI SYNDROME
  • Durata: 00.50.11
  • Disponibile dal: 06/09/2013
  • Etichetta: Warner Bros
  • Distributore:

Siamo nel 2013 ma ancora avete il piercing al sopracciglio, indossate pantaloni oversize e conservate come una reliquia le vostre Adidas Superstar? Siete ufficialmente dei rimastoni, fatevene una ragione, ma finalmente potete evitare di sperare nell’ennesima fallimentare reunion e smetterla di farvi piacere le uscite recenti di qualche sopravvissuto della golden age del nu-metal. I Gemini Syndrome sono il vostro sogno proibito: un gruppo che si è fatto le ossa nella scena locale per anni, costruendosi una reputazione passo dopo passo e arrivando al debutto su Warner Bros con un’immagine pazzesca, un concept dettagliato e, sopra ogni cosa, un disco sorprendente. La band sarebbe ricoperta d’oro se solo “Lux” fosse uscito nei primi anni zero, con quel mix scintillante di Mudvayne, A Perfect Circle, Static-X, la produzione stellare e super loud, che suona bene anche attraverso lo speaker dello smartphone, il mix di pesantezza e armonie, il groove e le melodie radiofoniche… senza dimenticare il feeling tormentato che ha segnato l’intero genere. Ci sono moltissime sfumature nello spettro della formazione: “Resurrection”, “Left of Me” e “Falling Apart” fanno parte del lato più oscuro e metallico, “Stardust”, “Mourning Star” e “Take This” rappresentano il profilo più squisitamente melodico, generico ma anche spettacolarmente orecchiabile, epico, magnetico. Inutile dire come entrambi i lati vadano continuamente a braccetto, senza escludersi l’un l’altro, in un sapiente gioco d’equilibri, intensità, umori. A differenza delle proposte di molti colleghi in cerca di airplay siamo davanti a una collezione che è allo stesso tempo definita in maniera maniacale e spontanea, derivativa e credibile, assimilabile e stratificata. Se non vi importa quel che segna il calendario potete perdervi in uno dei debutti più sorprendenti del 2013, se amate l’alternative made in USA li avrete in heavy rotation, se cercate una “next big thing” segnatevi il cavallo su cui puntare. Avete presente quando andavate a cercare nuovi gruppi su Shoutweb e qualche mese dopo li ritrovavate nelle classifiche Billboard? Rieccoci. Nu-metal state of mind.

TRACKLIST

  1. Pleasure And Pain
  2. Basement
  3. Falling Apart
  4. Resurrection
  5. Stardust
  6. Mourning Star
  7. Left Of Me
  8. Pay For This
  9. Take This
  10. Babylon
  11. Syndrome
  12. Lux
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.