GENTLEMANS PISTOLS – At Her Majesty’s Pleasure

Pubblicato il 09/08/2011 da
voto
8.0
  • Band: GENTLEMANS PISTOLS
  • Durata: 00:52:15
  • Disponibile dal:
  • Etichetta: Rise Above Records
  • Distributore: Audioglobe

La Rise Above di Lee Dorrian è da molti anni una fucina di grandi talenti, sotto le sue ali protettrici sono passate un sacco di formazioni che hanno deliziato i padiglioni auricolari dei fan con dischi di assoluto spessore. Tra queste figurano senza ombra di dubbio i Gentlemans Pistols, band proveniente da Leeds, Inghilterra, che dopo un buon esordio si ripresenta con il nuovo “At Her Majesty’s Pleasure”. Rispetto al precedente disco, la line-up è stata parzialmente rivoluzionata con l’innesto di un nuovo batterista, ma con l’ingresso di Bill Steer (Carcass, Firebird, Angel Witch) alla chitarra, i Gentlemans Pistols possono vantare una marcia in più. L’unico punto debole del precedente lavoro si concentrava proprio su parti di chitarra non sempre ispirate, ma l’arrivo di Steer ha dato un tocco più metallico ed una maggiore dinamicità ai nuovi brani, che si sviluppano all’insegna dell’hard rock anni settanta pesantemente contagiato da sonorità  heavy metal di primissima scuola inglese. Ed allora ecco trovare canzoni influenzate dai seminali Black Sabbath (“Confortably Crazy”) a fianco di bordate di derivazione maideniana (“I Wouldn’t Let You”). “Sherman Tank” non ci fa mancare atmosfere blueseggianti di prima classe, sapientemente dirette dalla chitarra di Bill Steer e dalla voce poderosa di James Atkinson, cantante fenomenale che impreziosisce la sua ugola di prima classe con una forte componente interpretativa. L’abilità con cui i Gentlemans Pistols gestiscono il loro pesante bagaglio musicale è disarmante, le canzoni sono pregne di riferimenti zeppeliniani, hard rock, metal e blues, il tutto suonato con una naturalezza strabiliante.  Gli inglesi, insieme ai Rival Sons, posso vantare di aver riacceso il fuoco nel cuore degli amanti dell’hard rock tradizionale, che oltre trent’anni fa ha dato vita ad alcune delle migliori formazioni sulla faccia del pianeta. “At Her Majesty’s Pleasure” si candida come una tra le uscite più calde ed intense di quest’anno, ci auguriamo sia in grado di dare la giusta visibilità ad una band dalle potenzialità davvero elevate.

TRACKLIST

  1. Living In Sin Again
  2. Comfortably Crazy
  3. Midnight Crawler
  4. Some Girls Don’t Know What’s Good For Them
  5. Your Majesty
  6. Into The Haze
  7. I Wouldn’t Let You
  8. The Ravisher
  9. Sherman Tank
  10. Peeping Tom
  11. Feed Me To The Lions
  12. Lethal Woman
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.