GHOULGOTHA – The Deathmass Cloak

Pubblicato il 15/03/2015 da
voto
6.5
  • Band: GHOULGOTHA
  • Durata: 00:53:10
  • Disponibile dal: 13/01/2015
  • Etichetta: Dark Descent
  • Distributore:

Spotify:

Apple Music:

Anche i metallari più trucidi hanno un cuore. E’ il caso di Elektrokutioner (all’anagrafe Wayne Sarantopoulos), che dopo averci gettato in faccia ogni sorta di liquame nauseabondo grazie ai progetti Encoffination e Father Befouled decide finalmente di cimentarsi in qualcosa di più composto e studiato rispetto ai suoi marcissimi standard. Sempre di death metal dai toni doomeggianti parliamo, da questo non si sfugge, ma guai a considerare “The Deathmass Cloak” l’ennesimo disco-fotocopia di “Onward To Golgotha” e “Mortal Throne Of Nazarene”, veri e propri chiodi fissi dell’instancabile musicista statunitense. Già dall’iniziale “Gazing Into Melted Night” – preceduta dall’intro “Solar Awakening” – si intuisce dove lo sguardo del Nostro si sia posato durante la stesura di questa raccolta di brani, erigendo un ponte fra la lezione arrembante degli Autopsy e quella drammatica di certo epic doom. Forse non una trovata rivoluzionaria (gli stessi Autopsy, in occasione del comeback “Macabre Eternal”, avevano provato a mescolare l’irruenza del death metal con sonorità più classiche e melodiche), ma che si fa comunque apprezzare, supportata da un songwriting solido e quasi sempre all’altezza della situazione. La suddetta opener, dall’incedere elegiaco e vibrante, “A Neck For The Nameless Noose”, in cui fanno la loro comparsa sporadiche ritmiche in up-tempo, e “Saturnal Rites”, intarsiata di piccole ma significative punteggiature acustiche, sono indubbiamente le composizioni migliori scaturite dalla penna di Sarantopoulos da diversi anni a questa parte e convincono fin dal primo ascolto, ponendo il nome dei Ghoulgotha in quella particolare cerchia di band – oneste e preparate – che senza brillare per personalità mantengono vivo e vegeto il filone underground. Purtroppo non tutta la tracklist si attesta su certi livelli di presa e compattezza (inoltre la scelta di concludere l’album con una cover di “The Lament Configuration” dei Mythic registrata alla meno peggio non risulta particolarmente vincente), ciò nonostante, complice anche una buona produzione, “The Deathmass Cloak” finisce per essere lasciato volentieri nel lettore. Come si suol dire in questi casi, buona la prima.

TRACKLIST

  1. Solar Awakening (Intro)
  2. Gazing Into Melted Night
  3. A Neck For The Nameless Noose
  4. Austere Urns
  5. Saturnal Rites
  6. Prophetic Oration Of Self
  7. Arteries Unblest
  8. Citadel Of Heathen Flesh
  9. Cartilage Imperfect
  10. Levitate Within The Curse
  11. The Lament Configuration (Mythic Cover)
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.