GNAW THEIR TONGUES – L’Arrivée De La Terne Mort Triomphante

Pubblicato il 27/12/2010 da
voto
7.5
  • Band: GNAW THEIR TONGUES
  • Durata: 00:44:08
  • Disponibile dal: 07/09/2010
  • Etichetta: Candlelight
  • Distributore: Audioglobe

Terza uscita in poco tempo per il terrorista sonoro Olandese Mories, che dopo i due devastanti – ma quasi gemelli – “An Epiphanic Vomiting of Blood” e “All The Dread Magnificance of Perversity” ritorna con questo nuovo “l’Arrivée De La Terne Mort Triomphante”, sempre iper-violento e nero come la notte, ma stavolta anche più impenetrabile e meno scellerato dei capitoli precedenti. La prima novità più immediatamente riconoscibile in questo capitolo è che le componenti noise, ambient, industrial e power electronics stanno sempre più prendendo le redini di questo violentissimo progetto musicale, avvicinandolo a realtà più sperimentali come Skullflower, Coil, Lustmord e Whitehouse, piuttosto che ai più familiari lidi scandinavi dal quale era inizialmente partito. La componente black metal infatti – che era sempre e comunque la materia prima prediletta lavorata dal nostro Mories – stavolta si è fatta sempre meno ovvia e diretta, e le trame di queste bastardissime composizioni si sono dilatate e deformate a dismisura, spinte oltre limiti quasi inaccettabili di terrore sonico da vaste e oscure venature di tastiere, campioni e rumorismi di ogni tipo (e di proveninenza probabilmente non terrena), orchestrazioni gotiche, cori oltretombali e synth acidi e tuonanti. Se le urla lancinanti mantengono saldamente il loro posto al comando di questa assurda creatura, le percussioni dal canto loro sono ridotte ad un battito marziale e bellicoso e lo stesso vale per le chitarre, polverizzate in un gigantesco sciame di disgustosi insetti ronzanti. Un album la cui natura “metal” è del tutto annichilita e piegata al solo obiettivo di produrre terrore e straniamento puro. Ogni nota, accordo, o battito è deformato e dilatato finché non produce il desiderato livello di disgusto e paura, e l’intero lavoro risulta così costruito più come la colonna sonora di un olocausto o la musica di accompagnamento ad un incubo più che ad un prodotto commerciale fatto per essere ascoltato da gente normale. Se siete fan dello screamo, del thrashcore o oltre forme metalliche “easy-going”, potreste tornare a casa piangendo dalla mamma dopo un ascolto simile. I temerari con lo stomaco forte invece si facciano sotto.

TRACKLIST

  1. L' Arrivée de la Terne Mort Triomphante
  2. Les Anges Frémissent Devant la Mort
  3. La Mort Dans Toute Son Ineffable Grandeur
  4. Le Chant de la Mort
  5. Le Trône Blanc de la Mort
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.