GOD DETHRONED – Under The Sign Of The Iron Cross

Pubblicato il 11/11/2010 da
voto
6.5
  • Band: GOD DETHRONED
  • Durata: 00:40:00
  • Disponibile dal: 19/11/2010
  • Etichetta: Metal Blade Records
  • Distributore: Audioglobe
Per il loro nuovo album, i God Dethroned decidono di tornare in trincea e di dare un seguito al concept sulla Prima Guerra Mondiale confezionato per il precedente "Passiondale". Come da tradizione, la lineup della band olandese è però cambiata nuovamente: ora infatti troviamo Danny Tunker alla chitarra solista e Mike Van Der Plicht alla batteria, entrambi provenienti dai Prostitute Disfigurement. Il timone, comunque, è sempre retto dal buon Henri Sattler: sono circa vent’anni (e nove full-length) che il cantante/chitarrista compone la maggior parte del materiale, quindi i fan di vecchia data sapranno senz’altro cosa aspettarsi da questo "Under The Sign Of The Iron Cross". Il disco, in effetti, suona piuttosto simile all’ultimo lavoro, anche se tutto sommato sono meno presenti quelle belle variazioni a livello ritmico e melodico che ne avevano decretato il successo. "Under…" mette in mostra aggressività sin dalle primissime note, presentando numerosi blast-beat e un riffing death-thrash molto serrato. Nonostante il concept trattato potesse offrire buoni spunti per la creazione di atmosfere epiche – come del resto era accaduto per "Passiondale" – i God Dethroned questa volta sembrano voler calcare maggiormente la mano su trame brutali, lasciando spazio alla melodia soltanto in pochi momenti. Non convincono affatto le voci pulite della title track – che sembrano letteralmente incollate sopra la canzone – mentre più funzionali e coinvolgenti risultano gli intrecci di chitarra di "On Fields of Death & Desolation", forse il brano principe del lotto. Il resto è la solita carneficina made in God Dethroned, tra Slayer e death metal di stampo europeo, con Sattler a dirigere il tutto con il suo crudele screaming. A ben vedere, nulla che le nostre orecchie non abbiano già ascoltato negli otto precedenti album… e anche in versioni più convincenti. Pezzi come "Storm of Steel" e "The Killing Is Faceless", comunque, lasciano il segno e, in generale, il lavoro esprime una certa vivacità che alla lunga fa dimenticare alcune delle suddette ombre.

TRACKLIST

  1. The Declaration of War
  2. Storm of Steel
  3. Fire Storm
  4. The Killing is Faceless
  5. Under the Sign of the Iron Cross
  6. Chaos Reigns at Dawn
  7. Through Byzantine Hemispheres
  8. The Red Baron
  9. On Fields of Death & Desolation
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.