GRAVESITE – Horrifying Nightmares…

Pubblicato il 03/09/2015 da
voto
7.5
  • Band: GRAVESITE
  • Durata: 00:38:14
  • Disponibile dal: 01/07/2015
  • Etichetta: Xtreem Music
  • Distributore:

Che cosa ci si può aspettare da un gruppo composto da ex e attuali membri di Undead Creep e Haemophagus (tra gli altri)? Non serve essere dei geni per immaginarlo. La somma delle influenze delle due band risulta infatti in una nuova realtà dedita ad un death metal putrescente, dal quale emerge anche una chiara attitudine punk che dona ulteriore dinamismo al tutto. In quello che pare essere un concept di matrice horror – chiaro l’omaggio a “La Casa Dalle Finestre Che Ridono” su “The Painter Of Agonies” – vengono rievocate molte suggestioni tipiche dei tardi anni Ottanta, sulla spinta dell’ormai dilagante revivalismo vecchia scuola. Con un abile scambio tra midtempo da trogloditi (chi ha detto Autopsy?) e accelerazioni che, partendo dalla matrice Repulsion, ogni tanto guardano anche ai mai dimenticati Dismember, l’incubo di cui sopra si contestualizza in modo pratico e avvincente, presentandoci una formazione che non lascia nulla al caso e che sembra mirare ad alti traguardi. Su tutto, emerge un modo di strutturare i brani che lascia sempre un po’ di spazio all’immaginazione: i cambi di tempo sono frequenti ed azzeccati e assai di rado si ha la sensazione che la band stia procedendo con il pilota automatico. D’altra parte, parliamo di musicisti che da anni si fanno valere nell’underground: gli Undead Creep con l’omonimo EP e il debutto “The Ever-Burning Torch” hanno proposto una rivisitazione del classico suono swedish a tratti davvero ottima, mentre gli Haemophagus sono ormai da anni una realtà imprescindibile per tutti gli appassionati di old school death-grind. Questo “Horrifying Nightmares…” ovviamente non presenta alcun vero azzardo stilistico, ma rimane un disco godibilissimo, curato sotto ogni punto di vista (la produzione è ben più corposa del previsto), che svela in toto la grande competenza e, soprattutto, l’invidiabile ispirazione dei suoi autori. C’è chi copia senza alcuna virtù e attitudine e c’è chi si lascia ispirare da un suono e lo fa poi proprio: i Gravesite – come intuibile da un solo fugace ascolto di pezzi come “I Want To Rot” o “Where Mortals Fear to Thread” – rientrano nella seconda categoria. Un plauso anche alla Xtreem Music, che, dando fiducia a questi ragazzi, si è assicurata la sua migliore uscita degli ultimi mesi.

TRACKLIST

  1. Anguished Sheep
  2. Submerged in Vomit
  3. Horrifying Nightmares of Flesh and Blood
  4. I Want to Rot
  5. The Painter of Agonies
  6. Where Mortals Fear to Thread
  7. Curse of the Red Moon
  8. Worship Death in All Its Forms
  9. Suscipe Mortem
1 commento
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.