GUS G. – Fearless

Pubblicato il 23/04/2018 da
voto
7.0
  • Band: GUS G.
  • Durata: 00:43:47
  • Disponibile dal: 20/04/2018
  • Etichetta:
  • AFM Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

Dopo aver riportato sulle scene i suoi Firewind lo scorso anno col riuscitissimo album “Immortals”, dopo ben cinque anni in cui la suddetta band era rimasta quasi del tutto in silenzio, uno dei chitarristi metal più popolari del momento torna nuovamente sul mercato con un album solista, il quarto per essere precisi, anche se molti ritengono “I Am the Fire” del 2014 il primo disco effettivo con in copertina il nome dell’axeman greco, ignorando quel “Guitar Master” uscito ben diciassette anni fa. A ‘sto giro, il buon Konstantinos “Kostas” Karamitroudis (meno male che usa un nome d’arte) ha deciso di avvalersi della collaborazione di due soli musicisti: il bassista, nonché cantante, Dennis Ward, noto soprattutto per la sua militanza nei Pink Cream 69 e nel progetto Unisonic, e il batterista Will Hunt, attivo negli Evanescence e famoso in Italia per la sua ufficializzazione nel 2014 come membro stabile della band di Vasco Rossi. Musicalmente, l’album è un insieme di tutti quegli stilemi di matrice hard, heavy e power moderni che da sempre contraddistinguono le produzioni di Gus, con ovviamente una grande attenzione dedicata alla chitarra nella sua interezza, tramite la quale riesce a deliziarci con riff mai scontati, melodie alquanto suggestive in fase solista e, soprattutto, tanto sano shredding che però non sfocia mai nel cacofonico o nella tamarraggine fine a se stessa, ma, anzi, mantiene quella classe e quella musicalità che permettono a ogni ascoltatore di godere durante ogni singolo assolo. Oltre a diversi brani provvisti di una parte cantata, non mancano anche due estratti interamente strumentali focalizzati interamente sulla sei corde, la quale non per niente viene spesso etichettata come “la voce del chitarrista”; ci riferiamo alla più che riuscita title track e alla bellissima “Thrill of the Chase”, una traccia dalla struttura che potremmo definire ‘procedurale’, poichè, dopo una prima metà relativamente lenta e rockeggiante, a due minuti dalla fine si trasforma in un pezzo power metal su cui headbangare come dannati facendo air guitar e, nel caso dei chitarristi, versare anche qualche lacrima di emozione. Il resto della tracklist si attesta sempre più o meno su buoni livelli e non possiamo certo dire che manchi di varietà, poiché si passa dall’heavy/power più tirato all’hard rock più danzabile continuando a percepire che si sta ascoltando un album composto da un unico musicista, il quale ha inoltre ben pensato di omaggiare i bei tempi andati proponendo a metà scaletta una cover di “Money for Nothing” dei Dire Straits, adeguatamente incattivita e adattata secondo lo stile di Gus, che a livello esecutivo non ha nulla da invidiare al buon Mark Knopfler. Purtroppo è innegabile, un po’ come per i suoi album precedenti, che dei dieci brani presenti non tutti riescono a colpire al livello degli altri e, anzi, a parere di chi vi scrive, un paio risultano abbastanza anonimi, il che impedisce a questo quarto lavoro in studio di raggiungere l’eccellenza, rimanendo tuttavia un ascolto caldamente consigliato non solo ai chitarristi, ma a ogni estimatore del genere proposto e dell’utilizzo maiuscolo di quello che è a parere di molti lo strumento più bello ed emozionante del mondo. Ora aspettiamo di ricevere notizie per qualche eventuale esibizione solista o, magari, qualche clinic dalle nostre parti.

TRACKLIST

  1. Letting Go
  2. Mr Manson
  3. Don’t Tread On Me
  4. Fearless
  5. Nothing to Say
  6. Money For Nothing (Dire Straits cover)
  7. Chances
  8. Thrill of the Chase
  9. Big City
  10. Last of My Kind
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.