HAMMER – First Gig: Blood

Pubblicato il 27/06/2006 da
voto
5.0
  • Band: HAMMER
  • Durata: 00:16:49
  • Disponibile dal: 27/06/2006

Spotify:

Apple Music:

Quando il sottoscritto si ritrova a recensire un demo, la linea guida generale è cercare di essere positivi, magari lasciando correre gli errori perdonabili e valorizzando quanto di buono c’è nella proposta di ogni giovane band. Purtroppo nonostante la buona volontà di chi vi scrive, non si riesce davvero a concedere la sufficienza a questo volenteroso terzetto nato nel 2005. Gli Hammer nascono per volontà del bassista Ricchard, a cui si affiancano il chitarista Christian e il batterista Arlek. Dopo una lunga ricerca per trovare un cantante, cito testualmente dalla biografia, “Ricchard decide di incaricarsi di quel ruolo oltre che quello di bassista”: ecco, forse sarebbe stato meglio continuare a cercare. Proprio la voce, infatti, è la causa di questa insufficienza, dato che, se da un punto di vista strumentale e compositivo il terzetto riesce a mantenersi su livelli dignitosi, la voce stonata di Ricchard riesce davvero a far affondare il tutto. Il trio confeziona quattro composizioni che pescano a piene mani dalla tradizione della N.W.O.B.H.M., senza dimenticare il punk sguaiato inglese e la furia animalesca dei Motorhead, mostrando anche un songwriting discretamente vario e ricco di spunti, dalla bordata iniziale di “Hellrider”, passando per il mid-tempo “My Energie” (sic!), la buona “The Hammer” (che si avvicina pericolosamente al plagio di “The Red & The Black” dei Blue Oyster Cult, ma pazienza.), fino alla conclusiva “Road Runner”, un divertente brano di classico rock ‘n’ roll. Peccato che, appunto, la voce sia una vera e propria fiera delle stecche. Un vero peccato, non c’è che dire! Speriamo che la band riesca a trovare un cantante all’altezza della situazione. Alla prossima.

TRACKLIST

  1. hellrider
  2. my energie
  3. the hammer
  4. road runner
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.