HAMMERFALL – Crimson Thunder

Pubblicato il 14/10/2002 da
voto
7
  • Band: HAMMERFALL
  • Durata:
  • Disponibile dal: //2002
  • Etichetta:
  • Distributore: Audioglobe

Cosa si può dire che non sia già stato detto su un album degli Hammerfall? Ben poco, credo! Questo “Crimson Thunder” è il loro quarto album e, come ormai da tradizione dal 1997, ci troviamo davanti ad un compendio di metal classico, power, ritornelli epici, melodie stereotipate e testi fantasy (immancabili!). Nonostante questo preambolo non molto incoraggiante, di certo gli Hammerfall non possono essere accusati di essere la classica band accodatasi al trend del momento: furono infatti loro a far esplodere definitivamente la moda del power metal con l’ormai famoso “Glory To The Brave”, album piacevolissimo che vendette migliaia di copie e che catapultò la band ai vertici della scena power europea, decisamente oltre le più rosee aspettative di un Oscar Dronjak o di un Joacim Cans, due ragazzi simpatici innamorati perdutamente del più classico dei metalli. Ho sempre trovato, infatti, ingiuste le critiche mosse nei loro confronti: è vero che nel loro sound non è rintracciabile nemmeno un barlume di originalità; è vero che le tematiche, i riff, le strutture e le melodie sono trite e ritrite; è vero che la stampa specializzata in passato ha sin troppo esaltato le loro ‘gesta’, sopravvalutandoli all’inverosimile, ma è anche una sacrosanta verità il fatto che i cinque svedesi abbiano sempre scritto, fatta forse eccezione per il precedente “Renegade”, album formalmente ineccepibili, ispirati ed onesti, con brani coinvolgenti, ben costruiti e altrettanto ben suonati. “Crimson Thunder” non fa eccezione, e ci consegna una band con qualche idea in più rispetto a due anni fa, migliorata sotto il profilo tecnico e sicuramente dotata di un’esperienza maggiore. “Riders Of The Storm” e la title track sono due midtempo di scuola Accept massicci e quadrati, con ritornelli studiati apposta per essere riproposti dal vivo, “Hearts On Fire” è ruffiana al punto giusto, destinata a rimanere a lungo in testa a più di un defender, mentre “Trailblazers” è forse il brano più bello che la band abbia scritto dai tempi del debut. Non ci sono tutte rose e fiori, però… “The Unforgiving Blade” è sin troppo scontata, mentre “Dreams Come True” conferma per l’ennesima volta il fatto che i nostri non siano in grado di scrivere una ballad decente. I fan della band possono però stare tranquilli, le vere cadute di tono si limitano a questi due episodi e i restanti brani viaggiano su una solida sufficienza. Questo “Crimson Thunder” si rivela quindi un prodotto più che discreto, un onesto album di power-classic metal che sarà capace di intrattenere a dovere e per lungo tempo il vasto seguito della band. Ma non chiedete loro di più.

TRACKLIST

  1. Riders Of The Storm
  2. Hearts On Fire
  3. On The Edge Of Honour
  4. Crimson Thunder
  5. Lore Of The Arcane
  6. Trailblazers
  7. Dreams Come True
  8. Angel Of Mercy (cover dei Chastain)
  9. The Unforgiving Blade
  10. In Memoriam
  11. Hero's Return
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.