HEART IN HAND – A Beautiful White

Pubblicato il 29/10/2014 da
voto
6.0
  • Band: HEART IN HAND
  • Durata: 00:46:00
  • Disponibile dal: 03/11/2014
  • Etichetta: Century Media Records
  • Distributore: Universal

Gli Heart In Hand non sono un gruppo che ama perdere tempo: consapevoli che la concorrenza è massiccia e che il target a cui fanno riferimento è notoriamente piuttosto giovane e volubile, i cinque britannici sfornano dischi e suonano live con estrema costanza, concendendosi zero tempi morti. Il precedente “Almost There” è uscito circa un anno e mezzo fa, ma è già tempo di dare alle stampe una nuova opera; “A Beautiful White”, per ovvi motivi, non presenta dunque grandi differenze rispetto al vecchio materiale della band. Ancora una volta ci troviamo al cospetto di un melodic metal-core dai toni romantici o pseudo-impegnati, che oggi sembra quasi volersi porre come punto di congiunzione fra gente ormai più indie che hardcore come i More Than Life e realtà fedeli alla linea in stile The Ghost Inside. I Nostri da sempre amano sovrapporre ad una solida base ritmica grosse porzioni di melodie liquide e fini ricami chitarristici, in modo da trovare un facile compromesso fra delicatezza e groove. Tuttavia, come dice il detto, tra il dire e il fare vi è spesso di mezzo il mare; già su “Almost There” certi brani davano l’idea di essere poco spontanei o privi di un indirizzo preciso e la storia si ripete qua e là anche su “A Beautiful White”. Volendo continuamente sposare le succitate due anime, il gruppo sovente perde di vista la dinamica dei pezzi: pieni e vuoti finiscono per assomigliarsi troppo e non risaltare, mentre il frontman Charlie Holmes – già di suo vocalmente piuttosto limitato – si ritrova più volte invischiato su trame che concedono poco spazio per cambi di registro e crescendo emotivi. Insomma, all’apparenza, grazie in primis a tutti quei ghirigori chitarristici, il suono degli Heart In Hand risulta sempre fine e ricercato, ma alla lunga esso finisce spesso per rivelarsi sostanzialmente poco profondo e incisivo, visto che mancano le melodie o i chorus in grado di imprimersi davvero in mente. Confezione elegante, ma contenuti un po’ insipidi: il problema degli Heart In Hand continua ad essere questo.

TRACKLIST

  1. Mae
  2. A Beautiful White
  3. Colours And Chemicals
  4. Crying Shame
  5. Poison Pen Letters
  6. Last Night
  7. Regain.Recover.Reprise
  8. New Years Eve
  9. My Heart Belongs In Denmark
  10. Never Again
  11. Jasmine
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.