HEAVING EARTH – Denouncing the Holy Throne

Pubblicato il 03/02/2015 da
voto
8.0
  • Band: HEAVING EARTH
  • Durata: 00:51:07
  • Disponibile dal: 06/02/2015
  • Etichetta:
  • Lavadome Productions

Spotify non ancora disponibile

Apple Music non ancora disponibile

La parentela con gruppi “ignoranti” come Brutally Deceased e Ingrowing non deve fuorviare: “Denouncing the Holy Throne”, il nuovo album di questa band ceca, va sicuramente annoverato tra le opere più ricercate udite in campo death metal negli ultimi tempi. Dopo aver rilanciato gli ottimi Chaos Inception un paio di anni fa, la Lavadome Productions mette a segno un altro gran colpo sponsorizzando questi suoi connazionali, che, senza troppi squilli di tromba, hanno preparato un disco davvero vario ed avvincente; un lavoro nel quale non si riesce quasi mai a leggere il futuro, a prevedere ciò che stia per arrivare. Se da un lato gli Heaving Earth costruiscono un monolitico death metal di chiara ispirazione statunitense, dall’altro sono poi in grado di colpire improvvisamente con sferzate progressive e dissonanze stranianti. D’altronde, influenze come Morbid Angel, Hate Eternal, Gorguts e Immolation non possono far presagire nulla di elementare: i brani si assestano su una durata medio-lunga e il songwriting è appunto fra i più sofisticati assaporati di recente; forse pure troppo per far sì che il disco finisca per rappresentare un “must” nelle playlist di chiunque, o tantomeno uno di quei prodotti popolarissimi e “da classifica”. In ogni caso, nella tracklist certamente sono presenti diverse perle, nel loro genere. Partendo dalla stupenda opener “The Final Crowning”, ci si imbatte subito nel guitar-work fine e maestoso di Jaroslav Šantrucek e Tomáš Halama, che deve più di qualcosa alla coppia Azagthoth/Rutan, ma che all’occasione sa lasciarsi striare da vere e proprie esplosioni prog e da altre ricerche sonore. Viene, come ovvio, alla mente anche l’operato di Luc Lemay nei momenti più “spastici”, ma il gruppo tutto sommato pare avere a cuore il principio death metal per il quale prima di tutto bisogna aggredire: il suono si stende e si contrae di continuo, producendo spesso intrecci e finezze notevoli, ma l’ultima parola spetta sempre all’impatto, con il giusto spazio dato ad aperture possenti e facili da ricordare (vedi il finale di “I Am Nothing”, strepitoso per tutti gli amanti degli Immolation). Dopo aver già convinto i cultori dell’underground con il debut album “Diabolic Prophecies”, gli Heaving Earth fanno dunque il bis con “Denouncing the Holy Throne”: l’album ribadisce il ragguardevole talento della formazione di Praga, sancendone però anche la maturità artistica e la consapevolezza estetica. Quello in oggetto è uno di quei dischi che nobilitano il death metal e che lo esibiscono nella sua accezione più alta, seguendo la lezione dei massimi maestri, ma con una personalità e una conoscenza dei mezzi che è data oggi a pochi.

TRACKLIST

  1. The Final Crowning
  2. Nailed To Perpetual Anguish
  3. Doomed Before Inception
  4. And The Mighty Shall Fall
  5. Worms Of Rusted Congregation
  6. ...Into The Sea Of Fire
  7. Forging Arcane Heresy
  8. I Am Nothing
  9. Into The Depths Of Abomination
  10. ...Where The Purified Essence Descends Ablaze
  11. Jesus Died
  12. Endless Procession Of The Holy Martyrs / Final Termination
3 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.