HELHEIM – Heiðindómr Ok Mótgangr

Pubblicato il 10/10/2011 da
voto
7.5
  • Band: HELHEIM
  • Durata: 00:53:03
  • Disponibile dal: 01/04/2011
  • Etichetta:
  • Dark Essence Records
  • Distributore: Audioglobe

Spotify:

Apple Music:

I norvegesi Helheim stanno vivendo una vera e propria ‘seconda età dell’oro’. Il nuovo album è una ventata d’aria fresca per il trademark ormai consolidato della band di Bergen. Non mancano, poi, delle novità importanti a livello di line up, che confermano il momento di ‘cambiamento’ in atto nella band norvegese. Rispetto al precedente ed ottimo album “Kaoskult” del 2008, gli Helheim hanno perso due membri storici: il chitarrista Thorbjørn ed il tastierista Lindheim, entrambi entrati nella band nel corso del 1999. La band ha deciso di proseguire senza un tastierista, mentre alla chitarra è subentrato Reichborn. Uno dei pezzi chiave del nuovo album è senza dubbio “Dualitet Og Ulver”, brano tra l’altro già presente sull’EP del 2010 intitolato “Åsgards Fall” da cui è stato anche tratto un video in cui figura il leader dei Taake, Ulvhedin Hoest. Questo brano non potrebbe esser stato scritto da un gruppo diverso dagli Helheim perché qui ci sono tutti gli elementi del loro trademark costruito in un processo quasi ventennale. Riafforano sopite atmosfere epiche dei tempi di “Blod & Ild”: del resto gli Helheim rimangono una band viking/black metal, seppure il sound sia sempre più sofisticato. Dopo l’ottimo “Kaoskult” gli Helheim si (ri)confermano ad alti livelli ed il periodo poco ispirato di “Yersinia Pestis” e del successivo “The Journeys And The Experience Of Death” sembrano ormai soltanto dei lontani ricordi. Ciò che va apprezzato negli Helheim, sin dagli esordi, è quel senso rassegnato di pessimismo cosmico e fatalismo mitologico che era proprio della gente vichinga. Il nuovo CD è pieno di sfumature inquietanti, torbide, epico-drammatiche, il suo songwriting camaleontico si contorce sempre più come le spire di un serpente e stritola l’atmosfera cupa creata ad arte dagli Helheim, band che sempre più sembra seguire i passi innovativi dei concittadini Enslaved. Grande album di tetra epicità nordica.

TRACKLIST

  1. Viten Og Mot (Sindighet)
  2. Dualitet Og Ulver
  3. Viten Og Mot (Stolthet)
  4. Mayr
  5. Viten Og Mot (Årvåkenhet)
  6. Element
  7. Nauðr
  8. Viten Og Mot (Bevissthet)
  9. Helheim 8
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.