HELIKON – Myth & Legend

Pubblicato il 17/07/2020 da
voto
6.5
  • Band: HELIKON
  • Durata: 00:53:33
  • Disponibile dal: 27/05/2020
  • Etichetta:
  • Ad Noctem Records

Spotify:

Apple Music:

Arrivano da Brescia e con il qui presente “Myth & Legend” celebrano il debutto ufficiale sulla lunga distanza a firma Ad Noctem Records. Un’interessante miscela di thrash and heavy si amalgama in queste otto tracce dove fanno bella figura anche degli stimolanti spunti prog, a testimonianza delle qualità, soprattutto strumentali, espresse dai questi cinque ragazzi lombardi. Loro sono gli Helikon, attivi dal 2016 e che, dopo l’EP d’esordio “Challenge Of Death”, rilasciato due anni fa, hanno raccolto alcuni episodi legati ai miti e alle leggende costruendo un full-length gradevole (in particolar modo nella prima parte) e a tratti singolare. La matrice del quintetto bresciano, capitanato da Davide Piazza ed Edoardo Scanzi, richiama il thrash a stelle e strisce, con un orecchio di riguardo ai Megadeth (il progetto precedente nacque tra le altre cose come cover band di Mustaine e compagni). Ciò non deve tuttavia trarre in inganno: se l’ispirazione al gruppo americano è presente a tutti gli effetti, la stessa non si riduce ad una mera opera di scopiazzamento; in ogni pezzo, infatti, gli Helikon hanno comunque cercato di inserire elementi personali, riuscendo come detto a ritagliarsi quel tasso di originalità utile ad uscire da un possibile quanto temibile anonimato. Caratteristiche che, prima di “Myth & Legend”, avevano già trovato testimonianza anche in campo live, come dimostrato nel novembre di quattro fa in occasione dello show birraiolo di Onkel Tom presso il Legend Club di Milano, dove gli Helikon ebbero modo di aprire la serata in maniera più che convincente.
Entrando nel dettaglio, l’opener “A Last Kiss To Say Goodbye” si fa notare per un’intro alla “Alice in Hell” di ‘watersiana’ memoria, seguita da una ripartenza articolata e sorretta dai riff grintosi e spediti, forgiati da Mauro Nicolini e lo stesso Piazza, su cui si staglia l’ugola del singer Giacomo Merigo, discreto nell’interpretazione globale delle liriche ma leggermente troppo basilare dal punto di vista tecnico. Un aspetto che si replicherà purtroppo anche nei successivi brani, non riuscendo così a garantire la giusta armonia con il resto del gruppo. La più diretta “Prince Of Night” ci porta a smuovere il testone, mentre la sognante e melodiosa “Fateful Hate Of Hector” si erge come uno dei pezzi migliori dell’intero lotto. E se “Chant Of Crow” rispecchia in grande stile l’impronta impartita da MegaDave, con “Mr.Hyde” e “Ophelia” il lavoro degli Helikon assume toni più oscuri e decadenti, mentre, di contro, è proprio la titletrack a steccare d’interesse. La conclusiva “The Ballad Of Mephisto” sintetizza infine le capacità della band, confermando come i mezzi per far bene ci siano tutti ma che, e siamo convinti, dovranno essere ulteriormente valorizzati e abbinati ad una maggiore volontà di rischio propositivo.

TRACKLIST

  1. A Last Kiss To Say Goodbye
  2. Prince Of Night
  3. Fateful Hate Of Hector
  4. Chant Of Crow
  5. Mr.Hyde
  6. Myth & Legend
  7. Ophelia
  8. The Ballad Of Mephisto
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.