HELLCIRCLES – Stillness

Pubblicato il 17/12/2009 da
voto
7.5
  • Band: HELLCIRCLES
  • Durata: 00:22:20
  • Disponibile dal: 17/12/2009
  • Etichetta:
  • Distributore:

Gli Hellcircles arrivano da Cremona e sono nati solo un anno fa per mano del tastierista cantante Marco Parisi e del chitarrista Roberto Fornaroli. Il gruppo non ha perso tempo ed eccoli già con questa prima demo, corredata di un artwork molto curato e registrata in maniera assolutamente professionale presso gli studi New Sin con il ben noto Luigi Stefanini alla consolle. La band propone un power abbstanza classico, dalle linee vocali molto melodiche e riff al contrario dal sound piuttosto aggressivo per gli standard del genere in questione. Il dischetto si apre con “Stillness”, bella intro pianistica che dà il titolo al lavoro. Segue la tirata “Let Us Unite” dove il gruppo mette subito in chiaro i suoi numeri con una buona prestazione strumentale di ogni membro. Il pezzo ha una struttura semplice, un riffing dal buon tiro, un chorus di presa e un pregevole solo di chitarra a centro brano. Molto in risalto la bella voce del singer, pulita e precisa anche sulle note più alte. Con la successiva e sempre positiva “The Damage Done” la band fa anche meglio a livello di arrangiamenti e parti strumentali ma nel tentativo di variare registro a livello vocale, inserisce strofe cantate in growl che suonano però anonime e approssmative. A nostro avviso una soluzione quest’ultima del tutto evitabile. “Turn Back Time” è ritmicamente un po’ più elaborata e meno diretta mentre la conclusiva “Rise Again” torna su soluzioni più orecchiabili e in particolare a linee vocali dalle melodie decisamente immediate. Non stiamo parlando di capolavori ma i brani contenuti in questa sono un’ottimo biglietto da visita per un gruppo alla sua prima prova in studio e che con qualche piccolo aggiustamento soprattutto in termini di personalità può già puntare alla registrazione di un full length.

TRACKLIST

  1. Stillness
  2. Let Us Unite
  3. The Damage Done
  4. Turn Back Time
  5. Rise Again
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.