HEMELBESTORMER – A Ring Of Blue Light

Pubblicato il 01/03/2018 da
voto
6.5
  • Band: HEMELBESTORMER
  • Durata: 00:57:51
  • Disponibile dal: 02/03/2018
  • Etichetta: Van Records
  • Distributore: Audioglobe

A distanza di due anni (quasi) esatti, torna con un nuovo album la band belga; il cambio di etichetta da Debemur Morti a Vàn Records dev’essere evidentemente stato uno stimolo, visto che rispetto alla noia che sopraggiungeva al termine dell’ascolto del precedente “Aether”, qui le cose vanno complessivamente meglio. Siamo ancora lontani dallo strapparci i capelli, a dirla tutta, ma la loro proposta monolitica, che falliva il consueto obiettivo ipnotico del genere, assume qua la giusta dose di variazioni. Nelle prima parte dell’album le lunghe “Eight Billion Stars” e “Towards the Nebula” restano prevalentemente nel solco di quanto già sentito in precedenza: digressioni strumentali ossessive affidate a riff pesanti e a un tiro cupamente sludge, che vengono però intervallate dalla breve “Clusters”; in pratica un lungo drone distorto che inizia a segnare in maniera chiara l’evoluzione cui si faceva cenno poco sopra. Nella seconda parte del disco, infatti, gli Hemelbestormer decollano compiutamente, a partire da “Redshift”; una traccia sempre di notevole durata, che però inserisce maggiori variazioni, grazie all’innesto di passaggi puliti dominanti e di feedback di natura più space. Elementi che virano in una chiave più morbida e divengono perfettamente compiuti nella successiva “Blue Light” – una sorta di rivisitazione della pinkfloydiana “Run Like Hell”: strumentale, delicata e avvolgente. La conclusiva “The Serpent Bearer” ritorna a superare i dieci minuti di durata, ma vive anche di campioni vocali perfettamente coerenti a questa maggior disposizione verso orbite ultraterrene, compiute nel lento intermezzo centrale e nel progressivo prevalere della catacombale sezione ritmica sul finale. Certo, resta ancora importante e a tratti faticosa la durata media dei brani, ma i passi avanti compiuti si sentono; e sono tali da permettere la sufficienza piena e far sperare che gli Hemelbestormer possano continuare ad affinare la loro ricerca nelle prossime uscite.

TRACKLIST

  1. Eight Billion Stars
  2. Clusters
  3. Towards The Nebula
  4. Redshift
  5. Blue Light
  6. The Serpent Bearer
0 commenti
I commenti esprimono il punto di vista e le opinioni del proprio autore e non quelle dei membri dello staff di Metalitalia.com e dei moderatori eccetto i commenti inseriti dagli stessi. L'utente concorda di non inviare messaggi abusivi, osceni, diffamatori, di odio, minatori, sessuali o che possano in altro modo violare qualunque legge applicabile. Inserendo messaggi di questo tipo l'utente verrà immediatamente e permanentemente escluso. L'utente concorda che i moderatori di Metalitalia.com hanno il diritto di rimuovere, modificare, o chiudere argomenti qualora si ritenga necessario. La Redazione di Metalitalia.com invita ad un uso costruttivo dei commenti.